Ritorno a Scuola, ironia social di Pieraccioni: ''Fare forca è un momento catartico''

A due giorni dal ritorno sui banchi il regista e attore toscano ripercorre gli anni spensierati delle superiori

 LEONARDO PIERACCIONI
  • Condividi questo articolo:
  • j

"Pare che adesso, se l’alunno è assente, si avverta subito i genitori con un sms. Questa cosa non è bella, è da spioni!''. E' il commento social di un irriverente Leonardo Pieraccioni che ripercorre i propri ricordi da adolescente: "Io arrivavo davanti a scuola e all’improvviso, perché la vera forca non è mai programmata, sentivo le sirene di Ulisse che mi chiamavano dal Giardino di Boboli, all’epoca il Guantanamo dei ripetenti. La forca doc si fa da soli. Io davanti al cancello di Periti aziendali e corrispondenti in lingue estere sentivo rimbombarmi in capo un “come hereeee” ed a tutto foho sgassavo col mio Ciao pk blu verso il mitologico Giardino. A Novembre fermi su quelle panchine ghiacce si congelava, ma c’erano i tetti di Firenze davanti che ti scaldavano".

Potrebbe interessarti anche: La Casa di Carta a Orbetello? Non erano Tokyo e Berlino ma due ragazzini che stavano giocando

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 13 settembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su