Sagra della Miseria, a Colle di Val d'Elsa sta per prendere il via la 32esima edizione

La Sagra della Miseria è un'iniziativa gastronomica dedicata alla riscoperta dei piatti poveri tipici della cucina toscana. L'idea nasce da tre amici della parrocchia di Colle Alta

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

E' tutto pronto per la 32esima edizione della Sagra Della Miseria di Colle di Val d'Elsa. Per i cinque fine settimana di giugno, dalle ore 19.30 di ogni sabato e domenica, Piazza Santa Caterina sarà animata da cene e divertimento. Come da tradizione, la cena del 30 giugno su prenotazione sarà intitolata "Un calcio alla miseria: ricca cena e serata aspettando Marziale...", un festeggiamento anticipato della festa del Santo Patrono colligiano. 

La Sagra della Miseria è un'iniziativa gastronomica dedicata alla riscoperta dei piatti poveri tipici della cucina toscana. L'idea nasce da tre amici della parrocchia di Colle Alta che decisero di far scoprire a turisti e colligiani quelli che erano i sapori di un tempo. Viene rinnovata ogni anno e pian piano si è estesa a tutta la comunità di Colle Alta, coinvolgendo nell'organizzazione soprattutto i giovani. 

Tra trippa e fiori fritti, si può vivere il vero senso di comunità; la sensazione di essere una vera piazza di paese con tutti i colori, sapori e suoni di un antico borgo medievale. Le donne e gli uomini che lavorano in cucina, al banco per la distribuzione ed i ragazzi che puliscono i tavoli continuano questa festa, ormai diventata una tradizione, per finanziare la festa di fine estate di Santa Caterina, la festa della Madonna Addolorata. 

Nella suggestiva e caratteristica cornice di Piazza Santa Caterina, nella parte alta della città, per la Sagra della Miseria l'ingresso è gratuito. Presso gli stand si potranno gustare, a prezzi popolari, piatti come zuppa di pane, zuppa di ceci, zuppa di farro, panzanella, pappa col pomodoro, porchetta, bruschette all'olio e al pomodoro, acciughe sott'olio, baccalà, polpette di carne, fagioli all'uccelletto e salsicce, fagioli bianchi, verdure fritte, vino locale e crostata.

Pubblicato il 18 maggio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su