San Gimignano, oltre 6 milioni per l'edilizia scolastica

L’amministrazione comunale di San Gimignano investe nell’edilizia scolastica e stanzia oltre 6 milioni per la realizzazione di nuovi edifici. Si sono concluse nei giorni scorsi le 3 procedure di gara per l’individuazione di altrettante ditte aggiudicatarie dei lavori di costruzione dei nuovi fabbricati scolastici del capoluogo destinati ad ospitare la nuova scuola materna, la nuova scuola media e la nuova Palestra. I tre appalti assommano a 6 milioni e 280mila euro e rappresentano complessivamente uno degli investimenti pubblici più significativi mai realizzati a San Gimignano negli ultimi decenni

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

L’amministrazione comunale di San Gimignano investe nell’edilizia scolastica e stanzia oltre 6 milioni per la realizzazione di nuovi edifici. Si sono concluse nei giorni scorsi le 3 procedure di gara per l’individuazione di altrettante ditte aggiudicatarie dei lavori di costruzione dei nuovi fabbricati scolastici del capoluogo destinati ad ospitare la nuova scuola materna, la nuova scuola media e la nuova Palestra. I tre appalti assommano a 6 milioni e 280mila euro e rappresentano complessivamente uno degli investimenti pubblici più significativi mai realizzati a San Gimignano negli ultimi decenni. Questo è stato possibile anche grazie ad un sostanzioso contributo statale, stanziato dal Governo Renzi, che ha reso tutta l’operazione più sostenibile sia finanziariamente che per gli effetti del patto di stabilità.

Le ditte vincitrici delle gare di appalto, al netto di possibili ricorsi delle aziende non aggiudicatarie, sono l’Azienda CLC di Livorno che costruirà la nuova scuola materna (quadro economico pari a 2 milioni e 240mila euro), il Consorzio Co.Ar.Co di Calderara di Reno (Bo) che costruirà la nuova scuola media (quadro economico pari a 2milioni e 930mila euro), l’Azienda D’angeli Renato di Anagni (Fr) che realizzerà la nuova palestra (quadro economico pari a 1 milione e 110mila euro).

L’auspicio dell’amministrazione comunale è ora quello che le procedure burocratiche delle prossime settimane si snelliscano al massimo per far sì che i lavori di realizzazione dei tre fabbricati possano cominciare prima possibile, così da risolvere in breve tempo l’attuale compressione di spazi scolastici che si è generata all’interno della scuola elementare e che potrebbe interessare anche altre strutture.
Ora che si passa alla fase operativa è intenzione dell’amministrazionecComunale creare dei momenti costanti di contatto con genitori ed operatori scolastici al fine di divulgare informazioni in ordine al progredire dei lavori e per spiegare problemi e soluzioni che si vengono a creare. Le lettere inviate a tutte le famiglie degli studenti, l’inserto speciale inviato a tutte le famiglie sul Progetto “Le nostre nuove scuole” e le assemblee dei genitori convocate per venerdì 15 e martedì 19 gennaio rappresentano dei primi passi in questa direzione.

 

Pubblicato il 9 gennaio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su