San Gimignano, una giornata di studi dedicata alla Chiesa di San Lorenzo in Ponte

Dopo la riapertura, il Comune di San Gimignano, di concerto con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Provincie di Siena, Grosseto e Arezzo e Opera-Civita, con la collaborazione della Società Storica della Valdelsa, organizza, sabato 6 ottobre 2018, una giornata di studi tesa a indagare, per la prima volta in maniera specifica e sistematica, il rilievo storico-artistico della Chiesa nel contesto del patrimonio culturale di San Gimignano

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lo scorso 25 marzo è stata aperta al pubblico a San Gimignano la Chiesa di San Lorenzo in Ponte, situata in via del Castello, vicino a Piazza della Cisterna.

Dopo la riapertura, il Comune di San Gimignano, di concerto con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Provincie di Siena, Grosseto e Arezzo e Opera-Civita, con la collaborazione della Società Storica della Valdelsa, organizza, sabato 6 ottobre 2018, una giornata di studi tesa a indagare, per la prima volta in maniera specifica e sistematica, il rilievo storico-artistico della Chiesa nel contesto del patrimonio culturale di San Gimignano.

Il convegno si svolgerà nella Sala Tamagni e prevede un programma di ampio respiro con il coinvolgimento della Soprintendenza, delle Università di Siena e di Firenze, dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze e del CERM (Centro Europeo di Ricerche Medievali di Trieste)

Alle ore 9.00 i lavori si apriranno con i Saluti istituzionali da parte di Giacomo Bassi, Sindaco di San Gimignano; Carolina Taddei (Assessore alla Cultura del Comune di San Gimignano); Anna Di Bene (Soprintendente SABAP Siena, Arezzo e Grosseto); Stefano Di Bello (Opera-Civita).

La sessione mattutina, presieduta da Guido Vannini (Università di Firenze) riguarderà interventi di carattere storico-architettonico: Valerio Bartoloni (Comune di San Gimignano), Da frantoio a museo. San Lorenzo in Ponte dal Novecento a oggi; Paolo Cammarosano (CERM: Centro Europeo di Ricerche Medievali di Trieste), San Gimignano nella Toscana tra la fine del Trecento e il primo Quattrocento; Raffaello Razzi (Società Storica della Valdelsa), Le vicende della chiesa di San Lorenzo in Ponte e dell’oratorio della Madonna del Prato; Felicia Rotundo (SABAP per le Province di Siena, Arezzo e Grosseto), San Lorenzo in Ponte: riflessioni sulla storia costruttiva e sulla decorazione; Fabrizio Iacopini, Per la conservazione degli affreschi di San Lorenzo in Ponte.

Nel pomeriggio, alle ore 16.00, gli studiosi si confronteranno su temi storico-artistici in una sessione presieduta da Anna Padoa Rizzo (Università degli Studi di Firenze): Sabina Spannocchi, La Madonna di San Lorenzo in Ponte a San Gimignano, fra le opere più antiche di Simone Martini; Sonia Chiodo (Università degli Studi di Firenze, Dipartimento SAGAS), La pittura a San Gimignano sul tornante del Quattrocento e la diaspora dei fiorentini; Cristina Acidini (Accademia delle Arti del Disegno Firenze): L’Inferno nella chiesa di San Lorenzo in Ponte, fra Dante e Orcagna; Marilena Caciorgna (Università degli Studi di Siena), Giustizia divina e Giustizia umana. L’iconografia degli affreschi di San Lorenzo in Ponte; Silvia De Luca (Corpus della Pittura Fiorentina), Cenni di Francesco al servizio di Niccolò Salvucci: gli affreschi di San Lorenzo in Ponte.

Pubblicato il 1 ottobre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su