Sangue, donatori raddoppiati in Toscana. Il grazie di Stefania Saccardi

Generosa la risposta dei donatori toscani all'appello dell'assessore Saccardi sull'emergenza sangue. Nel giro di pochi giorni il numero di donatori è raddoppiato: il 10 gennaio erano stati 382 i donatori che si erano presentati a donare in tutta la regione, venerdì 13 gennaio (l'appello era di mercoledì 11) erano saliti a 705, e sabato 14 a 772

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Generosa la risposta dei donatori toscani all'appello dell'assessore Saccardi sull'emergenza sangue. Nel giro di pochi giorni il numero di donatori è raddoppiato: il 10 gennaio erano stati 382 i donatori che si erano presentati a donare in tutta la regione, venerdì 13 gennaio (l'appello era di mercoledì 11) erano saliti a 705, e sabato 14 a 772.

«La settimana scorsa avevo fatto appello alla generosità dei toscani - dice l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - e i toscani hanno prontamente risposto, dimostrando la consueta generosità. In questi giorni di gravissima carenza di sangue a livello nazionale, dovuta alle condizioni meteo, all'influenza, alla coda dell'effetto terremoto (molti donatori hanno donato in agosto e settembre e prima di 4 mesi non è possibile tornare a donare), ci sono state difficoltà ad assicurare il supporto trasfusionale necessario a tutti i pazienti. I toscani hanno raccolto il mio appello e in pochissimi giorni abbiamo assistito al raddoppio del numero di donatori. Rivolgo quindi il mio grazie a quanti hanno donato finora e a tutti quelli che lo faranno nei prossimi giorni, ricordando che il sangue serve tutti i giorni dell'anno, perché le malattie non vanno in ferie».

Nonostante le difficoltà dei giorni scorsi, il servizio sanitario toscano è stato in grado di effettuare tutti gli interventi urgenti, e anche impegnativi dal punto di vista trasfusionale, come i trapianti.

Pubblicato il 17 gennaio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su