Sari Frutta: ecco come cambia il lavoro al tempo del coronavirus

Consegne a domicilio e tanta voglia di darsi da fare per portare avanti la propria attività

 CONSEGNE A DOMICILIO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Al tempo del coronavirus c’è bisogno di un guizzo, un qualcosa in più e questo: ed ecco allora che Sari Frutta ha iniziato, con l’arrivo dell’emergenza virus, a garantire ai propri clienti anche consegne a domicilio nel rispetto della sicurezza di tutte le norme igieniche e sanitarie disposte dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte attraverso gli ormai famosi Dpcm.

Per prima cosa voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti che si stanno dando da fare tantissimo per portare avanti questo nostro lavoro - ci raccontano i titolari di Sari Frutta Daniele e Alessandro Ricigliano - a loro va senza dubbio la nostra gratitudine per l’impegno e la professionalità che quotidianamente ci stanno dimostrando”.

Un lavoro che cambia, insomma, esattamente come cambiano i rapporti con clienti che restano centrali e nei confronti dei quali vengono usate tutte le precauzioni possibili sia nella vendita diretta sia durante lo svolgimento della consegna della merce a domicilio.

Ad oggi il cliente ha sempre ragione quando rispetta noi e gli altri clienti.C’è bisogno che tutti facciamo la nostra parte evitando quei comportamenti che prima consideravamo normale e che oggi invece dobbiamo evitare: questo per noi è fondamentale in tutto ciò che facciamo, significa prenderci cura del cliente rispettando in primis le norme prescritte dal Governo, poi garantendo i nostri servizi pur in condizioni più difficoltose”.

Velocità e prontezza nel recapito degli ordini: Sari Frutta infatti cerca di garantire ai propri clienti consegne rapide, insomma entro il giorno successivo all’ordine.”Non siamo Amazon ma cerchiamo di fare il possibile - continuano a raccontare Alessandro e Daniele - è un po’ come se fossimo “Sari Prime” della Val d’Elsa con la frutta e la verdura, nel senso che cerchiamo di effettuare le consegne degli ordini ai nostri clienti al massimo entro il giorno dopo”.

Infine, un ringraziamento da parte di Daniele Ricigliano alla sua famiglia:”Ringrazio mia moglie Erika per il sostegno che continua a darmi giorno dopo giorno. Io e mio fratello Alessandro vogliamo dire anche un grazie enorme a nostro padre Vito che nel 2013 ci ha donato le quote della società”.

Lo staff di Sari Frutta nella foto di copertina: Daniele Ricigliano, Alessandro Ricigliano, Erika Faraoni, Alessandro Maisano, Pina Mangano, Gabriella Salceano

Pubblicato il 8 aprile 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su