Diba '70 shop San Gimignano

Scoperto un capannone dove venivano gestiti rifiuti metallici in maniera illecita

Denunciato l'imprenditore affittuario del locale

 CASTELFIORENTINO
  • Condividi questo articolo:
  • j

I militari della Stazione Carabinieri forestale di Empoli, durante un normale servizio di perlustrazione del territorio, notavano, transitando lungo via D.L.Sturzo in Comune di Castelfiorentinio, un piazzale di un magazzino quasi completamente occupato da rifiuti metallici pericolosi e non, divisi per tipologia: sdraio in plastica e metallo, scaldabagni e scaldacqua, termosifoni in ghisa e alluminio, reti da letto, lamiere in metallo derivanti da smontaggio caldaie, lavatrici, mobilia in metallo, condizionatori (split e motori), decespugliatori a olio, radiatori di veicoli, motori elettrici, estintori.

Di fronte era parcheggiato un autocarro carico di rifiuti e, rintracciata la ditta intestataria del mezzo, invitavano il titolare a raggiungere il sito. Giunto sul posto, l’uomo consentiva l’ingresso dei militari al magazzino.

All’interno, i Carabinieri forestali individuavano diverse ceste contenenti rifiuti metallici, divisi per tipologie ed altri rifiuti smontati nelle loro componenti.

Era evidentemente una attività di trattamento dei rifiuti che necessita di autorizzazione ai sensi del Testo Unico Ambientale. Da un immediato accertamento, riscontravano che il titolare, affittuario del magazzino e del fondo, non era tuttavia autorizzato al deposito ed alla cernita dei rifiuti raccolti.

I militari rinvenivano anche diversi rifiuti pericolosi come apparecchiature complete (di liquidi refrigeranti, olio motore) quali decespugliatori a olio, testata di motore a scoppio, frigoriferi e batterie e pile esauste e numerosi rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) che non potevano essere gestite e nemmeno trasportate dal titolare in quanto non elencate tra i codici CER dell’autorizzazione al trasporto.

Avendo dunque accertato che si trattava di un’attività di gestione illecita di rifiuti speciali non pericolosi e pericolosi, prevista e sanzionata dal TUA (Testo Unico Ambientale), i Carabinieri forestali hanno segnalato l’uomo all’AG e proceduto al sequestro dell’immobile di 110 metri quadrati, dei rifiuti presenti all’interno del magazzino e sul piazzale di pertinenza nonchè dell’autocarro e dei rifiuti caricati su di esso (metallici e RAEE). 

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Addio al Cavaliere Bruno Faggioli, scomparso poche ore dopo la moglie Leda Gozzi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 aprile 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su