Diba '70 shop San Gimignano

Scritte intimidatorie di stampo fascista e omofobo contro una dipendente dell'Università di Siena

Questa mattina presso la postazione di lavoro di una dipendente dell’Università di Siena sono state rinvenute inqualificabili scritte di stampo fascista e omofobo

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Questa mattina presso la postazione di lavoro di una dipendente dell’Università di Siena sono state rinvenute inqualificabili scritte di stampo fascista e omofobo. Su questo fatto si sono espressi il Rettore e il Direttore Generale che hanno inviato una nota alla comunità accademica.

«A nome dell’Ateneo, esprimiamo la nostra indignazione e condanna per il grave atto vandalico intimidatorio perpetrato nei confronti della collega. A lei e alla sigla sindacale CGIL, anch’essa coinvolta nelle minacce, esprimiamo anche la nostra vicinanza e solidarietà. Ancora una volta ci troviamo di fronte a comportamenti intollerabili di discriminazione e di intimidazione, che l’Ateneo tutto rifiuta fermamente.

Per questo motivo, abbiamo tempestivamente provveduto a sporgere denuncia alle autorità competenti che in queste ore stanno conducendo i necessari accertamenti, anche attraverso la visione dei filmati delle telecamere di sicurezza. L'Università di Siena da sempre difende i valori della democrazia, dell'inclusione e del dialogo, e continuerà a farlo senza che vili gesti come questo possano indebolire il nostro impegno». 

Anche l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese esprime piena solidarietà e vicinanza all’Università di Siena e alla CGIL per il vile e intollerabile atto vandalico e intimidatorio compiuto la scorsa notte all’interno del Rettorato dell’Università di Siena, ai danni della postazione di lavoro di una dipendente dell’Ateneo, e condanna fermamente ogni forma di intimidazione e discriminazione. «L’Università è il luogo del dialogo, del confronto e dello spirito democratico per eccellenza - afferma Antonio Barretta, direttore generale Aou Senese - e i Sindacati svolgono un ruolo fondamentale per la tutela dei diritti dei lavoratori. Chi attacca Università e Sindacato, attacca la Costituzione; chi prende di mira un lavoratore compie un gesto deplorevole e ignobile, da condannare con fermezza. Esprimo a nome di tutta l’Aou Senese piena vicinanza a tutta la Comunità Accademica, alla lavoratrice e alla CGIL».

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: 12enne cade di bicicletta, soccorso da Pegaso in condizioni gravi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 14 aprile 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su