Pranzo della Befana

Sequestrata un’ingente quantità di eroina

Ancora un’operazione della Polizia di Stato per debellare lo spaccio di droga in tutta la provincia di Siena

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno, la Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Poggibonsi ha predisposto dei servizi mirati nei giorni scorsi. I poliziotti avevano acquisito alcune informazioni sulla presenza di un’autovettura, con a bordo due persone, che probabilmente rifornivano numerosi consumatori di stupefacenti, effettuando diverse soste in punti strategici dell’area Valdelsana.  In particolare, i due si fermavano in prossimità degli svincoli dell’Autopalio, che collega Firenze a Siena, per una “vendita itinerante” ai clienti che, evidentemente, avevano instaurato con loro una sorta di appuntamento fisso e preordinato.
 

Durante un appostamento nella zona di Drove, i poliziotti hanno, infatti, verificato la presenza del veicolo con i due uomini a bordo, decidendo di procedere ad un controllo. Il conducente, avvedutosi dei poliziotti, ha subito cercato di ripartire, ma l’auto è stata immediatamente fermata con una manovra di sbarramento e sottoposta a ispezione. A seguito del controllo sono state trovate, nascoste in appositi contenitori del vano portaoggetti dell’autovettura, circa 40 dosi di eroina e cocaina, già confezionate e pronte per lo smercio, e una pasticca di anfetamina.  I due uomini, M.Z. di 34 e B.L di 53 anni, di nazionalità tunisina ed entrambi con precedenti, erano anche in possesso di denaro contante e numerosi telefoni e schede Sim.  Entrambi hanno dichiarato di non avere una dimora fissa, ma incrociando alcuni dati gli agenti hanno verificato che uno dei due era ospitato da un altro nordafricano in un appartamento nella provincia di Firenze. A quel punto, i poliziotti del Commissariato, insieme ai colleghi della Squadra Mobile della Questura di Siena e a quelli della Mobile di Firenze, sono andati all’abitazione individuata per effettuare una perquisizione, portando anche un’unità cinofila specializzata nella ricerca di droga.

La minuziosa ricerca e il fiuto di Amper, il cane poliziotto, hanno consentito di rinvenire oltre 400 grammi di eroina, all’interno della camera da letto dell’appartamento, insieme a sostanza da taglio, materiale atto al confezionamento delle dosi di droga, un bilancino di precisione, altri telefoni cellulari e schede telefoniche, alcune dosi di ecstasy e metanfetamine. Al termine degli accertamenti i due stranieri sono stati arrestati e condotti al carcere di Siena a disposizione della locale Procura della Repubblica. Gli arrestati sono stati quindi messi a disposizione del PM, che ha richiesto la convalida degli arresti e l'applicazione di misure cautelari. 
Il Gip di Siena ha successivamente convalidato gli arresti ed applicato ad uno la misura della custodia in carcere ed all'altro la misura del divieto di dimora a Siena. L’operazione, portata avanti dalla polizia nella zona della Valdelsa, sia per la pericolosità dei soggetti che per il quantitativo di droga rinvenuta, quasi mezzo chilo in tutto, ha consentito di fermare un importante canale di approvvigionamento di sostanze stupefacenti. L’attenzione sul fenomeno dello spaccio di eroina e l’impegno della Polizia di Stato sul territorio rimangono pertanto alti, anche al fine di scongiurare che l’assunzione di sostanze di questo genere possa proliferare ed attecchire, soprattutto tra i più giovani.

Potrebbe interessarti anche: Arrestato pusher con 650 grammi di cocaina

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 14 febbraio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su