Si sente male in casa: intervengono i Carabinieri

L'intervento delle Forze dell'Ordine è arrivato in seguito alla segnalazione di un uomo di 51 anni che era preoccupato per il fratello di 70enne

 SOVICILLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Ieri a Sovicille un residente di 51 anni ha contattato il numero di pronto intervento 112, segnalando che suo fratello di 70 anni, che soffre di problemi di salute, non rispondeva al telefono da circa due giorni e non apriva dall’interno la porta di casa. Venivano subito inviati, presso l’abitazione dell’uomo nella frazione Brenna, i carabinieri della Stazione di Rosia. Questi dapprima accertavano la sua probabile presenza in casa, avendo osservato le luci accese all’interno dell’abitazione e, successivamente, considerata la mancata risposta alle continue richieste di accesso da parte dei familiari che non avevano la disponibilità delle chiavi di ingresso all’appartamento, passavano a metodi più sbrigativi. 

I militari infatti, temendo per l’incolumità dell’uomo, sfondavano la porta di ingresso e lo rintracciavano riverso a terra nella propria camera da letto, in preda ad una crisi respiratoria. Il tempestivo intervento dei militari che effettuavano le manovre di primo soccorso in attesa dell’arrivo del personale sanitario del 118, consentiva di salvare l’uomo. Lo stesso, trasportato presso il pronto soccorso del policlinico Le Scotte di Siena, veniva ricoverato in prognosi riservata ma fuori pericolo di vita.

Potrebbe interessarti anche: Incidente sulla Firenze-Siena: muore 49enne

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 28 gennaio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su