Diba '70 shop San Gimignano

Sicurezza: telecamere a Certaldo per individuare auto e mezzi ''sospetti''

«A Certaldo la situazione urbana, sia in termini di sicurezza che di mantenimento del decoro, non richiede, per fortuna, sistemi di videosorveglianza urbana veri e propri – spiega il sindaco Giacomo Cucini – abbiamo però deciso di intraprendere questa iniziativa, anche su sollecitazione delle forze dell'ordine e in accordo con la Polizia Municipale, perchè riteniamo che si possa così rafforzare la rete di sorveglianza del territorio»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

La Giunta comunale ha approvato la delibera per avviare l'iter di installazione di un sistema di videolettura, registrazione e controllo delle targhe di auto e moto. Un sistema che vigilerà all'ingresso del paese, per individuare e segnalare la presenza sul territorio di auto appartenenti a persone ricercate dalle forze dell'ordine, o comunque monitorate, o di individuare auto in fuga da eventi come incidenti, furti o altro.

L'atto approvato alla Giunta verrà ora sottoposto alla Prefettura (e proprio domani si terrà un incontro del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica) e si dovrà provvedere ai necessari adempimenti per la privacy necessari, oltre che, naturalmente, all'acquisto dei supporti elettronici e informatici, alla realizzazione delle postazioni e alla installazione. Si tratta di un primo intervento, che prevede l'installazione di videocamere in alcuni punti strategici di accesso e uscita da Certaldo e del relativo software di gestione automatizzata.

«A Certaldo la situazione urbana, sia in termini di sicurezza che di mantenimento del decoro, non richiede, per fortuna, sistemi di videosorveglianza urbana veri e propri – spiega il sindaco Giacomo Cucini – abbiamo però deciso di intraprendere questa iniziativa, anche su sollecitazione delle forze dell'ordine e in accordo con la Polizia Municipale, perchè riteniamo che si possa così rafforzare la rete di sorveglianza del territorio. In questo modo ad esempio, avvalendoci delle nuove tecnologie potremo monitorare anche la quantità dei flussi di autoveicoli, sia diurni che notturni, oltre che collaborare ad individuare mezzi in fuga da incidenti o furti, in stretta collaborazione con le forze dell'ordine. Il sistema darà un contributo a presidiare alcuni punti nevralgici in modo continuativo, che non sarebbe possibile con l'impiego di personale, con un rapporto tra costi e benefici decisamente migliore». 

«Resta il fatto – conclude Cucini – che sia l'azione delle forze dell'ordine, che la collaborazione di tutti i cittadini, sono e rimarranno fondamentali affinchè un paese possa dirsi sicuro. La presenza vitale e attiva dei cittadini e delle attività di pubblico esercizio crea una naturale rete di vigilanza e osservazione, che fa sì che i malintenzionati siano individuati e segnalati in modo spontaneo, perchè la loro azione reca danno non solo al bene o alla persona colpite, ma all'intera comunità».

L’intervento prevede una struttura a tre livelli: la realizzazione di postazioni di rilevazione delle targhe degli autoveicoli (sistema periferico) collegate e comunicanti ad un sistema Centrale (rete di comunicazione) presso il comando Polizia Locale ubicata in Borgo Garibaldi n° 37, al piano primo (livello centrale).

Il Comune di Certaldo provvederà in proprio all’esecuzione delle opere civili necessarie (condotte interrate, pozzetti di raccordo ed ispezione, ecc) oltre all’acquisto delle SIM per la trasmissione dei dati ed al pagamento dei canoni del gestore. Prevista una spesa complessiva lorda di € 45mila.

Pubblicato il 29 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su