Sistema trasfusionale: proposta di risoluzione chiede il suo rafforzamento

L'atto è stato approvato dalla commissione Sanità, presieduta da Enrico Sostegni (Pd)

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una proposta di risoluzione in merito al sostegno e al rafforzamento del sistema trasfusionale della Toscana è stata approvata dalla commissione Sanità, presieduta da Enrico Sostegni (Pd). L’atto, nato a seguito di una serie di audizioni tenute in commissione, è stato approvato a maggioranza, con l’astensione tecnica della Lega.

La risoluzione impegna la Giunta a continuare a rafforzare le azioni di sostegno del sistema trasfusionale della Toscana e a prendersi carico di alcuni temi particolarmente rilevanti evidenziati dalle associazioni dei donatori. Innanzitutto, la necessità di garantire un numero adeguato di personale sanitario per le unità di raccolta; una definitiva messa a regime del nuovo sistema informatico; il completamento dell’iter della nuova gara sui trasporti per consentire una completa operatività sia dei servizi trasfusionali sia delle unità di raccolta; l’ampliamento degli orari di apertura dei servizi trasfusionali; il completamento dell’obiettivo della Officina trasfusionale della Toscana prevista sulle tre sedi di Pisa, Siena e Firenze.

Inoltre il Consiglio regionale impegna la Giunta a recepire quanto prima, anche attraverso un ascolto necessario con i soggetti interessati, compresi le associazioni di volontariato, l’aggiornamento dell’accordo del 16 dicembre 2010 tra Governo e Regioni, che prevede i requisiti minimi organizzativi, strutturali, tecnologici dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, 559 casi positivi, età media 40 anni. I decessi sono 15

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 20 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su