Speciale Casole d'Elsa della Toscana nel bicchiere

Una giornata interamente dedicata all'antico borgo valdelsano

 FEDERICO MINGHI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una giornata tutta dedicata a Caosle d'Elsa, uno splendito territorio troppo spesso considerato di passaggio per andare in altre mete più blasonate. Invece vi assicuro che merita una sosta sia per la sua storia sia per le importanti aziende che vi possiamo trovare. L'assessore alla cultura Vittoria Panichi mi ha aperto le porte del Museo archeologico della Collegiata e accompagnato alla scoperta di importanti reperti etruschi. Poi, con l'assessore alle politiche agricole Alfio Barbagallo abbiamo parlato delle enormi potenzialità di questo territorio, e del percorso che dobbiamo fare per coprire quei famosi 80 centimentri; portando cioè un prodotto dalla terra alla tavola. Ho fatto visita al Caffè Casolani, dove da sempre cultura e cucina qui fanno rima con jazz, mostre e presentazioni di libri. Grazie a Ginevra Piccini sono entrato nel tempio di Piccini, una delle più importanti realtà a livello italiano, la quarta generaizone di una famiglai con le vigne nel dna: quale miglior biglietto da visita per far conoscerei sapori. di questa bellissiam terra? Infine, ho concluso a casa di Paolo Caciorgna, l'enologo delle star, dove mi sono fatto raccontare da lui come la pensa sull'utilizzo del sangiovese. Ho concluso con Vittoria Panichi, assessore alla cultura ma anche nipote di Giulio Gambelli, abbiamo parlato di suo nonno maestro assaggiatore praticamente di tutte le cantine più importanti della Toscana. 

Potrebbe interessarti anche: La Toscana nel bicchiere fa tappa al ristorante L'Asinello e alla Torrefazione GM caffè

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 10 luglio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su