Spettro autistico: come crescere un bambino che ne è affetto

Per una famiglia avere un figlio autistico comporta, inevitabilmente, un maggiore senso di responsabilità e di situazioni non sempre facili a cui far fronte

 AUTISMO
  • Condividi questo articolo:
  • j

In particolar modo, quando si tratta di bambini venire a conoscenza che il proprio figlio è affetto dal disturbo dello spettro autistico porta i genitori ad informarsi e ad adottare le soluzioni migliori per far sì che il bambino possa vivere una vita degna e senza troppi limiti e vincoli.

Cosa è il disturbo dello spettro autistico?

Il disturbo dello spettro autistico, conosciuto anche più semplicemente come autismo, è un vero e proprio disturbo del neuro - sviluppo che coinvolge prevalentemente il linguaggio e la comunicazione, l’interazione sociale, l’adozione di comportamenti stereotipati e ripetitivi. Certamente, vi sono differenti livelli di tale disturbo, ed in relazione a ciò possono essere compromessi una o più aree dell’intero quadro generico della persona affetta. Cercando nella storia del termine autismo si evince come il primo utilizzo risalga al XX secolo. Correva, infatti, l’anno 1912 quando Eugen Blueler utilizzò suddetto termine per riferirsi ai sintomi associati alla schizofrenia. Soltanto nel 1943 il termine fu utilizzato in ambito specificatamente diagnostico.

Come si manifesta il disturbo dello spettro autistico?

Parlando di autismo nei bambini naturalmente, il coinvolgimento ed il ruolo della famiglia è fondamentale. È, in tal senso, opportuno rivolgersi ad esperti che possano seguire il bambino e proporre interventi di tipo psico – educativo al fine di spiegare e facilitare la comprensione del quadro clinico e delle modifiche necessarie per vivere una quotidianità più serena. In taluni casi è, altresì, consigliato chiedere l’intervento ed il supporto di esperti psicologici, in quanto il carico di responsabilità, l’ansia, le paure legate allo spettro dell’autismo potrebbero aggravare ulteriormente la già di per sé delicata condizione della famiglia. Il disturbo dello spettro autistico, ASD utilizzando l’acronimo dell’inglesismo Autism Spectrum Disorder, come già scritto è un disturbo che può avere effetti, più o meno gravi, sulla quotidianità bambino che ne è affetto quanto della famiglia intera. Tra i sintomi di tale disturbo sono riscontrabili delle evidenti difficoltà comunicative e relazionali, difficoltà nella comprensione del pensiero altrui, difficoltà nell’esprimersi attraverso parole e gesti. Ed ancora, l’adozione di movimenti del corpo stereotipati e ripetitivi come, ad esempio, il dondolio ed il battito delle mani.

Come educare un bambino affetto da autismo?

L’autismo ha vari livelli che comportano, inevitabilmente, differenti sintomi, limiti e conseguenze. Trattandosi di un disturbo che riguarda la salute, il consiglio principale è quello di chiedere il parere e l’intervento di un esperto, per poter comprendere la realtà del quadro clinico ed adottare i comportamenti e le strategie necessarie per creare un ambiente stimolante e con pochi pericoli per il bambino e per gli altri. In linea generale, però, si potrebbe affermare che creare una routine generale è molto importante per la vita del bambino. Ciò risulta essere utile, soprattutto, perché il bambino avrebbe la possibilità di conoscere il mondo in maniera ordinata. Sarebbe, altresì, consigliato adottare delle tabelle orarie con immagini, utili per spiegare al bambino le attività che svolgerà nell’arco della giornata.

Potrebbe interessarti anche: A Firenze è Jeff Koons mania

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 ottobre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su