Staggia, appello al Governo per il recupero e la valorizzazione della Rocca

Aperta quotidianamente al pubblico dal 2010, dopo un importante e significativo restauro, la Rocca di Staggia Senese, che nasce prima del Mille, su uno dei principali snodi viari d'Europa diventa, grazie alla Fondazione La Rocca di Staggia, riferimento culturale, artistico turistico, per l'intero territorio, creando una sinergia tra pubblico e privato, verso la valorizzazione del Bene Storico e del territorio con un particolare progetto: partire dalla storia-memoria per costruire itinerari contemporanei

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Aperta quotidianamente al pubblico dal 2010, dopo un importante e significativo restauro, la Rocca di Staggia Senese, che nasce prima del Mille, su uno dei principali snodi viari d'Europa diventa, grazie alla Fondazione La Rocca di Staggia, riferimento culturale, artistico turistico, per l'intero territorio, creando una sinergia tra pubblico e privato, verso la valorizzazione del Bene Storico e del territorio con un particolare progetto: partire dalla storia-memoria per costruire itinerari contemporanei. Vi si possono trovare:

Esposizioni di artisti contemporanei "leggono e riscrivono" con installazioni e work in progress gli spazi del castello trasformando la Rocca da un bene immobile in uno spazio dinamico.

Le visite guidate, adottando un format multidisciplinare, interattivo, personalizzato, rendono la scoperta della storia un'esperienza inedita e partecipata, favorendo il coinvolgimento di famiglie, scuole, visitatori italiani e stranieri, valorizzando la crescita culturale e lo sviluppo turistico del territorio.

Eventi: manifestazioni, percorsi del gusto, itinerari nel territorio favoriscono la conoscenza del castello e la valorizzazione di eccellenze e produzioni territoriali, verso la costruzione di una costellazione di soggetti che condivide progetti e finalità. Dopo sei anni di attività, di ricerca e di sperimentazione, di impegno, difficoltà e fatica la Rocca di Staggia necessita di interventi di sostegno. 

Sostenere la Rocca di Staggia significa:

A) Conservare, proteggere, ampliare la sua bellezza attraverso la ripulitura e restauro delle mura interne ed esterne; la progettazione e la risistemazione delle aree verdi, ispirata alla realizzazione di un "Horto Concluso" medievale, ripristinando antiche piante ed erbe autoctone commestibili.

B) Recupero artistico, culturale, ambientale e turistico della viabilità assai compromessa, circostante il castello, valorizzando la storicità della via legata al pellegrinaggio, il suo significato simbolico ma attraverso un intervento contemporaneo: uso di materiali eco-compatibili di pavimentazione... Restauro dell'accesso al castello, collocazione segnaletica informatica, artistica, che favorisca la comunicazione di contenuti del castello.

C) Attraverso l'ambliamento e la qualificazione dell'illuminazione esterna e interna del castello, nuova generazione, basso consumo, eco-compatibile, consona a valorizzare l'atmosfera del luogo, che permetta di utilizzare in sicurezza, di notte spazi e camminamenti aerei e creare allestimenti suggestivi per spettacoli, proiezioni esterne, illuminazione cortili per cene, degustazioni.

D) Favorire l'accoglienza di eventi, spettacoli, grandi manifestazioni, con messa in sicurezza degli spazi esterni, interni: uscite di sicurezza etc...

E)Trasformazione di spazi interni per valorizzazione produzioni locali: formaggi, salumi, applicando una ricerca tra Saperi e Sapori, riscoprendo le radici della tradizione culinaria toscana, rivisitata dalla ricerca contemporanea.

F) Favorire la conoscenza della Rocca e la sua diffusione sul territorio locale attraverso installazione di cartellonistica: mappe, totem riguardanti il castello; ma anche presenze segnali stemmi; luoghi e simboli del pellegrinaggio, ospedale, luoghi ricettivi, legati al pellegrinaggio

Chi ha visitato la Rocca e ha partecipato agli eventi, chi crede in questo progetto, siano essi cittadini, visitatori italiani e stranieri, turisti, insegnanti, studenti, storici, amanti del bello, dell'arte e della storia, scuole, gruppi, associazioni, è invitato a segnalare la Rocca di Staggia come bene da sostenere inviando un’e-mail all'indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it entro il 31 maggio 2016 con il seguente messaggio:

"Desidero sostenere la Rocca di Staggia e il suo progetto teso a A) Conservare, restaurare, proteggere e mantenere la bellezza del castello B) Per ampliare la sua fruibilità, la comunicazione e la conoscenza della stessa C) Per incentivare il suo intervento finalizzato alla valorizzazione non solo della Rocca, ma del territorio e delle eccellenze locali: consolidando il suo ruolo di promotore culturale e turistico dell'area D) Per sostenere il suo ruolo educativo culturale verso la bellezza, nei confronti di scuole, famiglie, giovani generazioni”.

Nella E-mail è inoltre importante precisare il nome, cognome e l'indirizzo.

Pubblicato il 23 maggio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti