Bisniflex Poggibonsi showroom

Stanno per concludersi i lavori al centro medico 'Medicinsieme - Misericordia San Gimignano'

Si ipotizza ad oggi l'inizio delle attività per i primi giorni di giugno

 SAN GIMIGNANO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Stanno per concludersi i lavori del primo Centro Medico di libera professione della storia del territorio sangimignanese, realizzato ad opera della Misericordia di San Gimignano, proprietaria del fabbricato di via Don Castaldi 17, ex sede Enel, che ospiterà il centro stesso.

Si ipotizza ad oggi l’inizio delle attività per i primi giorni di Giugno. Il Centro si chiamerà “Medicinsieme-Misericordia San Gimignano” ed il logo ripropone uno stetoscopio stilizzato, lo strumento più identificativo della professione medica, che va a formare una casetta con un sorriso beneaugurante.

“Il Centro Medico “Medicinsieme” - spiega il Governatore Giacomo Bassi - si compone, in questa offerta iniziale, di 6 Studi, una Sala d’attesa e di un blocco bagni. La struttura sarà conforme a tutte le normative, libera da barriere architettoniche e di facile accesso per tutti. La struttura dispone di ulteriori spazi per un eventuale raddoppio dell’attuale dotazione di Studi Medici, qualora se ne palesasse l’esigenza. Nella struttura troveranno luogo in modo stanziale lo Studio Dentistico San Gimignano del Dott. Riccardo Giuntoli e della Dr.ssa Cosetta Carmen Cupello ed il Medico di Medicina Generale del territorio Dr.ssa Angela Polidodo, mentre si stanno intensificando i contatti con alcuni Professionisti per l’utilizzo da parte loro degli altri due studi medici che saranno messi a disposizione a rotazione per turni di 5 ore ciascuno, mattina e pomeriggio”.

“Abbiamo poi voluto dare a questo servizio, che si inserisce appieno nel solco delle attività socio-assistenziali che la nostra Arciconfraternita offre da 230 anni a San Gimignano, un’”anima sociale” attraverso due scelte - spiega il Governatore Bassi - la prima riguarda una forma di scontistica pari al 10% che i professionisti del Centro si impegnano ad applicare ai Soci di alcune delle Associazioni Sangimignanesi aderenti al Coordinamento “Rete Sociale di San Gimignano”, e cioè: Misericordia, Donatori di Sangue “Fratres”, Centro di Ascolto “Caritas” e Auser. La seconda scelta è quella, qualora in futuro il Centro producesse degli utili derivanti dagli affitti dei locali, di creare un fondo con il quale contribuire alle spese sanitarie di persone in difficoltà economica, che purtroppo non mancano anche nella nostra realtà.

L’immobile oggetto dell’intervento - continua il Governatore Bassi - si trova nell’immediata periferia rispetto al Centro Storico di San Gimignano, all’interno del quartiere più popolato del territorio e ad alcune decine di metri dai parcheggi scolastici, dai parcheggi del centro sportivo “Belvedere”, dal parcheggio di Via Dante e di Piazza Martiri della Libertà, ed a 400 metri di distanza dalla Porta Medievale di San Matteo. La viabilità della zona dove è ubicato l’immobile è di libero accesso veicolare e pedonale per chiunque e non è gravata da nessuna limitazione: nel resede privato dell’immobile inoltre sono presenti alcuni posti auto ad uso esclusivo dei professionisti del Centro Medico. L’immobile è inoltre ubicato a pochi metri dalla fermata del Citybus urbano e dalla fermata del Bus extraurbano.

Invitiamo chi fosse interessato ad utilizzare i locali che saranno messi a disposizione di medici di libera professione e professionisti sanitari che vorranno estendere la propria attività al territorio di San Gimignano e dei Comuni circostanti della Valdelsa Senese e Fiorentina - conclude il Governatore - a prendere contatto inviando una mail all’indirizzo: misesangi@libero.it per fissare un appuntamento”. 

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Giovedì 12 maggio luce viola a Palazzo Comunale di Poggibonsi

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 12 maggio 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su