Strappano le collane d'oro dal collo e fuggono via: ennesimo furto durante la notte

Le vittime, entrambe ultraottantenni, sono state visitate dal medico del 118, che ha riscontrato alcune escoriazioni dovute allo strappo delle collane e guaribili in cinque giorni. L'allarme era presente ma non inserito. Il danno per ora non è stato quantificato e non era coperto da assicurazione. I Carabinieri della locale stazione, insieme al Nucleo Operativo Radiomobile di Poggibonsi, stanno indagando sull'accaduto

  • Condividi questo articolo:
  • j

E' successo questa notte a Monteriggioni, in località La Colonna. Tre persone si sono introdotte nella casa di due anziani, mentre questi si trovavano a letto, e hanno ordinato loro di non muoversi per poi derubarli delle collane d'oro che avevano al collo e di un orologio. I malfattori (forse dell'Est Europa, stando a quanto riportato) sono poi scappati con l'autovettura che si trovava in garage, probabilmente disturbati da qualcosa o qualcuno per aver tralasciato anche i soldi contanti che erano presenti.

Le vittime, entrambe ultraottantenni, sono state visitate dal medico del 118, che ha riscontrato alcune escoriazioni dovute allo strappo delle collane e guaribili in cinque giorni. 

L'allarme era presente ma non inserito. Il danno per ora non è stato quantificato e non era coperto da assicurazione. I Carabinieri della locale stazione, insieme al Nucleo Operativo Radiomobile di Poggibonsi, stanno indagando sull'accaduto. Il Comune di Monteriggioni, attraverso il vicesindaco Andrea Frosini e il comandante della Polizia municipale, Simone Bonucci, ha messo a disposizione dei Carabinieri le immagini riprese dalle telecamere presenti nella zona per raccogliere elementi utili alle indagini attualmente in corso. Il vicesindaco, inoltre, si è recato sul posto per esprimere alla famiglia delle due persone coinvolte la vicinanza dell'amministrazione e il massimo impegno per individuare i responsabili.

Il 15 febbraio scorso, nel Comune di Sovicille, un altro uomo è stato derubato in casa propria. In questo caso aveva anche subito calci e pugni, ne avevamo parlato qui.

Pubblicato il 19 febbraio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su