Pranzo della Befana

Striscione di CasaPound contro l'Anpi

Lo striscione è stato appeso in via San Gimignano e recita:"Anpi difende i Titini? Nagazionismo e quattrini". Su di un lato il simbolo di CasaPound

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il messaggio a firma CasaPound è apparso su striscioni affissi nella notte in un centinaio di città italiane, dopo le polemiche sul giorno del ricordo e la commemorazione dei martiri delle foibe.

"Non ci stiamo all'ipocrisia di chi ritiene l'Anpi intoccabile solo per il nome che porta - sottolinea CasaPound in una nota e sulla prorpia pagina Facebook -. Chi definisce 'presunta vittima' una martire come Norma Cossetto, studentessa istriana violentata e infoibata dai partigiani titini nel 1943, o mette in dubbio l'esistenza di un progetto di pulizia etnica come quello del comunismo jugoslavo che ha fatto 10.000 morti e 350.000 esuli dovrebbe essere tenuto fuori dalle celebrazioni di una data come il Giorno del Ricordo, e invece all'Anpi ha aperto le porte persino il Senato per una conferenza dal titolo che evocava la retorica riduzionista”.

"Non prendiamo lezioni storiografiche da chi si dichiara fascista e ogni giorno fa revisionismo storico - dice Alessio Funaioli di Anpi Poggibonsi -. Invitiamo pertanto a partecipare alla conferenza di Sabato 15 Dicembre ore 17.00 alla Sala Set del Politeama - Poggibonsi organizzata dalla Sezione ANPI Poggibonsi e tenuta dal Prof.Costantino Di Sante (Direttore dell’Istituto storico provinciale di Ascoli Piceno e collaboratore delle Università di Teramo e di RomaTre) dal titolo "Le diverse tragedie del confine orientale". L'obbiettivo della conferenza, patrocinata dal Comune di Poggibonsi ed in collaborazione con l'Istituto Storico della Resistenza Senese e dell'età contemporanea, è fornire un fedele quadro storico su ciò che è accaduto nel dopoguerra in Friuli e in Istria". 

"Fascistelli come conigli, quali sono, se ne vanno in giro ad appendere striscioni offensivi contro l'Anpi ed i Partigiani - si legge invece sul profilo Facebook del sindaco di Poggibonsi Bussagli -. Uno poco fa l'ho personalmente rimosso dal ponte zona Palagetto. A questi poveretti vorremmo ricordare che la storia ha voluto i fascisti sconfitti e capovolti, per sempre. Viva l'Anpi, viva la Resistenza, viva i Partigiani. Viva l'Italia libera".

Foto Facebook dalla pagina da CasaPound Italia 

Potrebbe interessarti anche: Incidente stradale:coinvolta una vettura

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 12 febbraio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su