Meritocrazia, venti borse di studio per i neodiplomati delle scuole di Colle di Val d'Elsa

Verranno consegnate con un incontro pubblico a venti giovani studenti venerdì 27 ottobre 2017, alle ore 17.30, presso il Museo San Pietro. «E' stato veramente un bel risultato quello che siamo riusciti a raggiungere quest'anno - ha detto la presidente della Fondazione San Pietro Annalisa Nencini -. La prima azione che abbiamo voluto mettere in pratica è stata quella di andare a premiare il merito, riconoscendo ai singoli studenti le capacità, l'impegno, la forza di volontà. Sono davvero tanti i giovani che hanno ottenuto il massimo dei voti: questo per noi è un enorme motivo di orgoglio»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Venti borse di studio, ciascuna del valore di mille euro, per incentivare gli studenti delle scuole colligiane. Venti borse di studio pensate per andare incontro alle necessità dei bisognosi e riconoscere l'impegno dei più meritevoli. E' questo il premio generosamente offerto dalla Fondazione Conservatorio di San Pietro di Colle, che verrà consegnato con un incontro pubblico a venti giovani studenti venerdì 27 ottobre 2017, alle ore 17.30, presso il Museo San Pietro. Il progetto è stato presentato questa mattina in Comune alla presenza dell'Assessore alla Cultura e alla Scuola Annamaria Cotoloni, della presidente della Fondazione Annalisa Nencini, della vice Anna Zani e del segretario Valentino Martone.

Gli studenti che saranno premiati, tra quelli che hanno partecipato al bando, si sono diplomati in una scuola secondaria di 2° grado di Colle nell'anno 2016/2017, ottenendo una votazione finale eccellente, compresa tra un minimo di 96 e un massimo di 100 con lode. A parità di punteggio, la priorità è stata determinata dal reddito Isee, in modo da privilegiare i diplomati con minori possibilità economiche. Essi sono: Niccolò Burresi (Liceo Volta), Clelia Carboncini (Liceo Volta), Linda Checcucci (Liceo Volta), Lorenzo Farnararo (Liceo Volta), Matilde Fatighenti (San Giovanni Bosco), Francesca Funaioli (Liceo Volta), Elisabetta Manganelli (Liceo Volta), Irene Matrisciano (Liceo Volta), Giuseppina Mestizia (San Giovanni Bosco), Chiara Montagnani (Liceo Volta), Giulia Neri (San Giovanni Bosco), Giada Pasqualetti (Liceo Volta), Noemi Peroni (Liceo Volta), Noemi Perosillo (Liceo Volta), Arianna Porretti (Liceo Volta), Enrica Salvietti (San Giovanni Bosco), Samuele Vannoni (Liceo Volta), Sara Vieri (Liceo Volta), Anna Borri (Liceo Volta), Elisa Guerrera (Liceo Volta). 

Venerdì 27, la premiazione sarà seguita da un buffet, realizzato in collaborazione con l'Istituto professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità alberghiera “Bettino Ricasoli” di Colle di Val D'Elsa, e dall'accompagnamento musicale del coro diretto da Tania Kustrin.

La Fondazione Conservatorio di San Pietro nasce nel 2006. In particolare ha come scopi principali quello di assistere gli studenti meritevoli e/o bisognosi del Comune di Colle Val d'Elsa e la promozione, la conservazione e la valorizzazione di opere d'arte e lo svolgimento di attività culturali. «E' stato veramente un bel risultato quello che siamo riusciti a raggiungere quest'anno - ha detto la presidente Annalisa Nencini -. La prima azione che abbiamo voluto mettere in pratica è stata quella di andare a premiare il merito, riconoscendo ai singoli studenti le capacità, l'impegno, la forza di volontà. Sono davvero tanti i giovani che hanno ottenuto il massimo dei voti: questo per noi è un enorme motivo di orgoglio. I ragazzi che premiamo oggi sono ragazzi formati nelle scuole di Colle, anche se appartengono a vari Comuni della Val d'Elsa, e ci auguriamo che possano restare a contribuire al miglioramento della nostra società».

«Credo fosse giusto che la Fondazione tornasse a sostenere il merito dei nostri ragazzi, come da statuto, essendo presente sul territorio - ha aggiunto l'Assessore Annamaria Cotoloni -. Devo ringraziare il consiglio di amministrazione per il grande lavoro svolto in quest'occasione, sono sicura che saprà continuare anche in futuro. Devo ringraziare inoltre Opera Civita per aver messo a disposizione gli spazi del museo, un'ulteriore occasione per valorizzare la nostra storia e il nostro patrimonio. A questo proposito, ci tengo a dire che sabato scorso abbiamo ricevuto a Foligno un premio importante di cui siamo veramente orgogliosi: l'attestato di merito al concorso internazionale "La Fabbrica del Paesaggio", che valorizza le iniziative e i progetti che dimostrano una particolare sensibilità nei confronti del paesaggio, al quale il Museo San Pietro è stato candidato dal Club Unesco di Siena».

Nella foto in alto, da sinistra: Annalisa Nencini, Anna Zani e Valentino Martone. Sopra l'Assessore Annamaria Cotoloni

Pubblicato il 24 ottobre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su