Su per Colle risponde a Sinistra per Colle: «Attacchi personali e strumentalizzazioni

«Si tratta di attacchi personali che niente hanno a che fare con la diatriba politica – si vuole precisare ancora dalla maggioranza - ma solo strumentalizzazioni che non fanno bene alla città. Riguardo alle considerazioni sulle dichiarazioni che avrebbe fatto il sindaco su lavori compiuti dalla precedente amministrazione nel periodo elettorale senza la necessaria copertura di spesa è chiaro che è proprio in questo caso che si vede la responsabilità che ogni giorno Canocchi mette a servizio della città»

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

«Quando si parla di dialogo si presuppone anche che ci siano gli argomenti per farlo, cosa che a nostro avviso è impossibile con chi continua a mettere in moto la macchina del fango senza i giusti presupposti e senza motivazioni concrete». E' con queste parole che l'associazione Su Per Colle risponde alla nota di Sinistra Per Colle che ha accusato il sindaco Canocchi.

«Si tratta di attacchi personali che niente hanno a che fare con la diatriba politica – si vuole precisare ancora dalla maggioranza - ma solo strumentalizzazioni che non fanno bene alla città. Riguardo alle considerazioni sulle dichiarazioni che avrebbe fatto il sindaco su lavori compiuti dalla precedente amministrazione nel periodo elettorale senza la necessaria copertura di spesa è chiaro che è proprio in questo caso che si vede la responsabilità che ogni giorno Canocchi mette a servizio della città».

«Sarebbe stato facile - spiega Su per Colle - puntare il dito su qualcuno e sarebbe stato altrettanto facile aprire cassetti e pubblicare fascicoli per riscuotere consensi e forse applausi. Ma non sarebbe stata una scelta responsabile per il bene del Comune di Colle di Val d'Elsa inteso come ente e non sarebbe stata una scelta felice per l'immagine della città. Fare squadra, lavorare per proseguire nel percorso iniziato, correggere proprio quegli errori commessi nelle precedenti legislature così come si sta facendo, a nostro avviso, vuole dire assumersi le responsabilità. Se tutto questo può voler dire avere anche una faccia su cui rimbalzano i ferri da stiro a noi va bene così».

Ed anche a proposito di dialogo e di concertazione, Su Per Colle, conclude con le proprie considerazioni: «Si dovrebbe dialogare nell'interesse della città, con il consiglio comunale e con le forze politiche rappresentate come la stessa Sinistra Per Colle è costretta ad ammettere nel momento in cui diffida queste stesse forze politiche a praticare una collaborazione costruttiva. Come in occasione degli incontri del Piu. Ad esempio, dove non abbiamo mai sentito una proposta, uno spunto, ma solo fango rivolto ai progetti dell'amministrazione comunale. Segno evidente che con Sinistra per Colle il dialogo è effettivamente impossibile».  

Pubblicato il 9 febbraio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su