Tappa a Gambassi e Montaione per il 'Maggio Metropolitano'

In scena storie di vita e opere di un grande compositore che coinvolgono grandi e piccini con attori, cantanti e musica dal vivo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Torna anche quest'anno, per la seconda edizione, il Maggio Metropolitano, il progetto rivolto ai Comuni della Città Metropolitana di Firenze con l'obiettivo di porre in risalto il patrimonio dei valori e intercettare le migliori energie del territorio, sperimentando nuove forme di partecipazione in grado di incentivare collaborazione e rafforzare il rapporto tra cittadinanza e Maggio Musicale Fiorentino.

Questo fine settimana l'iniziativa fa tappa a Gambassi Terme. Domenica 9 dicembre, infatti, dalle ore 18.00, si terrà lo spettacolo presso la Palestra Comunale gambassina in Via Fermi, al civico 10. "The Rossini game - Giocando con Gioachino" è il titolo dell'evento, rivolto ai bambini dai 6 agli 11 anni, che si terrà invece al Teatro Scipione Ammirato di Montaione sabato 15 dicembre, alle 17.00.

In scena storie di vita e opere di un grande compositore che coinvolgono grandi e piccini con attori, cantanti e musica dal vivo. Gli attori Enrico Rotoli, Chiara Casalbuoni, Gambriele Zini e i cantanti Maria Rita Combattelli, Costanza Fontana saranno diretti insieme all'Orchestra Cupiditas da Pietro Mazzetti, per la regia di Manu Lalli. Le scene sono a cura di Daniele Leone, in collaborazione con Cecilia Russo.

«Dopo il grande successo della scorsa edizione, che ha visto la partecipazione sia di appassionati sia di persone che hanno scoperto per la prima volta la magia e la grande qualità del Maggio Musicale, ecco un nuovo programma straordinario che interloquisce in modo originale con i luoghi e le persone - aveva dichiarato alla conferenza stampa di presentazione il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella - Il territorio metropolitano è al tempo stesso generoso ed esigente: abbiamo un’eredità di arte e di storia in tutti i nostri Comuni che ora continueranno a dialogare in maniera più incisiva con la ricchezza della musica, eseguita da un’eccellenza mondiale qual è il Maggio. La Città Metropolitana punta su una cultura viva che valorizza le realtà in grado di esprimerla a tanti livelli e sa andare incontro ai nostri cittadini, che sono esigenti, capaci di riconoscere, come hanno sempre fatto, una proposta preziosa come questa. Ma vorrei sottolineare come, particolarmente in questa stagione, il Maggio Musicale ci educa alla cultura dell’ascolto, di cui tutti abbiamo bisogno».

Maggio Metropolitano è un progetto della Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Firenze dei Teatri.

Pubblicato il 7 dicembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su