Tariffe invariate, esenzioni, investimenti. Poggibonsi approva il Bilancio 2018

Il Bilancio, già oggetto di approfondimento in Commissione, è stato illustrato in sede consiliare dall'assessore Susanna Salvadori. «C'è una progettualità che viene da lontano e guarda lontano - dice - per proseguire il cambiamento di questa città. Questo Bilancio raccoglie i risultati raggiunti in questi anni e li proietta avanti». Il Bilancio di Previsione 2018-2020 è stato approvato con i voti positivi del Partito Democratico e con il no di Insieme Poggibonsi

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Tariffe invariate, investimento che cresce per il sociale, lavori pubblici per 4milioni di euro nel piano delle opere pubbliche per il 2018. Questa una estrema sintesi del Bilancio di previsione del 2018 approvato ieri, 22 dicembre, in Consiglio Comunale. «Un bilancio previsionale che approviamo, per il secondo anno consecutivo, ad anno non ancora iniziato - dice il Sindaco David Bussagli - Alla base c'è un'amministrazione che conferma un tasso di indebitamento basso, tempi di pagamento certi, indicatori positivi sulla qualità della spesa, forte capacità progettuale. In questo contesto continuiamo a sviluppare il nostro programma e il percorso avviato, mantenendo ferma la tassazione, lasciando inalterate le esenzioni, aumentando la spesa per il sociale e confermando l'attenzione alla scuola e agli interventi di recupero e rigenerazione urbana». Il Bilancio, già oggetto di approfondimento in Commissione, è stato illustrato in sede consiliare dall'assessore Susanna Salvadori. «C'è una progettualità che viene da lontano e guarda lontano - dice - per proseguire il cambiamento di questa città. Questo Bilancio raccoglie i risultati raggiunti in questi anni e li proietta avanti».

Nel Bilancio di previsione 2018 non sono previste manovre in entrata, in virtù della continua opera di razionalizzazione ma anche della costante azione di recupero che, per quanto riguarda l'Imu, ad esempio, passa da 270mila a 570mila euro.

Sociale. Il Bilancio è stato approvato con un ulteriore incremento della quota capitaria alla Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa che passa da 47,90 centesimi a 50,90 centesimi con aumento di tre euro per ogni cittadino. Viene confermato lo stanziamento per il fondo affitti, pari a 80mila euro e del fondo Tari per le famiglie in difficoltà. «In questo 2017 abbiamo stanziato oltre 50mila euro per la Tari, esaurendo la graduatoria, come lo scorso anno. Contiamo di farlo anche per il 2018», precisa l'assessore. Continuerà l'esperienza dell'Emporio della Solidarietà e il servizio di Educativa di Strada. Si ricercherà la sempre più stretta collaborazione con associazioni sportive e culturali al fine di trasformare sempre più sport e cultura in strumenti di inclusione e coesione sociale, nonché in strumenti di formazione individuale e crescita collettiva, sempre con il ruolo centrale della scuola.

Le opere pubbliche. In Bilancio un piano delle opere per il 2018 pari a oltre 4milioni di euro. «Anche in questo caso - dice l'assessore - un programma che prosegue l'azione avviata e che vede importanti lavori conclusi, da via della Rocca a via Redipuglia, e altri ai nastri di partenza come l'edificio di piazza XVIII luglio e piazza Mazzini». «Centrali saranno le scuole - continua Salvadori - oggetto di un investimento di oltre 2 milioni di euro già stanziati nel 2017 e che nel prossimo anno si concretizzeranno. C'è poi la scuola nuova di via Aldo Moro su cui dobbiamo procedere con la progettazione. Ci sono altri investimenti, non ricompresi nel piano, come quello per l'adeguamento della diga di Cepparello».

«Resta confermato il grande lavoro sulla qualità dei servizi scolastici, l'investimento sulla cultura e turismo, la scommessa sulla Fortezza. Troverà definizione finale la variante al RU, strumento di pianificazione che guarda allo sviluppo futuro della città. Proseguirà il percorso per la nascita della Casa della Salute, le politiche per l'inclusione. Al centro - chiude l'assessore - c'è sempre la persona e la qualità della vita e questo significa che tutto, dallo sviluppo del territorio alla scuola, deve essere parte di una stessa progettualità».

Il Bilancio di Previsione 2018-2020 è stato approvato con i voti positivi del Partito Democratico e con il no di Insieme Poggibonsi.

Pubblicato il 23 dicembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su