Lamm Lavorazioni Metalliche

Tavolozza di un pittore o campi in fiore? Castelluccio di Norcia rinnova lo spettacolo

Lo spettacolo che Castelluccio offre attira innumerevoli turisti da ogni parte d’Italia. Niente da invidiare alle più famose fioriture olandesi dei tulipani o dei ciliegi in Giappone

 CASTELLUCCIO DI NORCIA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Come definirla? Arte naturalistica? Forse è riduttivo. Non si riesce a trovare un termine appropriato. Certo è che la fioritura a Castelluccio di Norcia non ha niente a che invidiare agli splendidi quadri impressionisti di Claude Monet, per esempio. Anzi, li ricorda molto… ma in versione tridimensionale, potendone godere anche dei profumi.

Si, perché, grazie al microclima particolarmente adatto, grazie all’inizio alle fioriture spontanee e in un secondo tempo a quelle relative alla semina dei campi coltivati, che vivono in simbiosi con la lenticchia, si sviluppano ognuna con tempi distinti, facendo mutare continuamente i colori degli appezzamenti e dando vita ad un sito di bellezza che muta senza sosta.

I campi non seminati a lenticchia spezzano stupendamente l’armonia dei colori, con strisce verdi brillanti per il grano, viola tenue per la lupinella, e ben lo sanno gli agricoltori di Castelluccio che ogni anno cercano, nelle possibilità del ciclo dei campi, di disegnare ulteriormente il quadro della fioritura.

Quest’anno grazie anche alle lievi piogge delle scorse settimane temperate da un tenue sole, lo spettacolo che Castelluccio offre attira innumerevoli turisti da ogni parte d’Italia. Niente da invidiare alle più famose fioriture olandesi dei tulipani o dei ciliegi in Giappone.

Sono un po' in ritardo i bei fiori quest’anno, e sarà possibile ammirarli a partire dai prossimi giorni, con effetti colorati dirompenti che tingono l’altopiano a pochi chilometri da Norcia, e per di più il “quadro” cambia ogni giorno, con il susseguirsi di fioriture diverse.

In questa estate così prudente, dall’Ente Parco nazionale dei Monti Sibillini è arrivato finalmente il via libera all’accesso al piano e dal 17 giugno al 31 luglio sono stati disposti 760 parcheggi temporanei, delimitati e segnalati a Castelluccio di Norcia, in vista proprio della fioritura.
Per le auto, è prevista la sosta gratuita dal lunedì al venerdì, mentre il parcheggio sarà a pagamento il sabato e la domenica, festivi e prefestivi. I camper potranno invece sostare dal lunedì al giovedì solo nelle ore diurne, dalle 6 alle ore 20; dal venerdì alla domenica la sosta sarà a pagamento e consentita in maniera continuativa, comunque fino a un periodo massimo di 48 ore.

Per verificare a che punto è la fioritura, consiglio di controllare la webcam del posto su www.castellucciowebcam.it cliccando su “immagine real time”.

Davanti a tale spettacolo non si può che rimanere ammirati, e scompare il ricordo del brutto terremoto del 2016, che anche se non arrecò danni alle persone creò una profonda ferita al paese, cedendo il posto ad un senso di rilassatezza che la bellezza della natura infonde.

Potrebbe interessarti anche: Archeologia, un castello medievale sotto la pieve? Inizia la prima campagna di scavi per San Pietro in Bossolo

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 25 giugno 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su