Tennis Club San Gimignano, l'APD: 'Ecco la verità'

Pubblichiamo integralmente l'intervento dell'APD San Gimignano in merito alle vicende del Tennis Club

 SAN GIMIGNANO
  • Condividi questo articolo:
  • j

"E' doveroso dare voce alla Polisportiva APD San Gimignano ed ai suoi numerosissimi sostenitori e praticanti a seguito della pubblicazione , nei giorni scorsi , di un comunicato scritto da un gruppo di tennisti dell’Associazione. Tale articolo riportava notizie non veritiere in merito alla gestione del circolo da parte dell'Associazione Polisportiva Dilettantistica San Gimignano (APD)".

Vogliamo chiarire nel dettaglio che:

- "Non sono mai stati fatti attacchi agli istruttori di tennis ma sono stati ripresi loro comportamenti che non rispettavano i principi dell'associazione. I maestri hanno sostenuto di essere “liberi professionisti” e non soggetti a compromessi mantenendo un comportamento più volte inadeguato nei confronti del presidente dell'associazione e anche verso diversi soci . In ultimo , commenti mendaci sui loro profili social in cui dichiarano di avere l'appoggio dell'amministrazione comunale che in realtà si è sempre mantenuta doverosamente neutrale a parte esprimere apprezzamento per l'operato della polisportiva in tutti questi anni".

-  "Il Presidente dell'Associazione aveva comunicato in data 10 Giugno ai maestri che le condizioni lavorative sarebbero state modificate a causa del manifestarsi di malumori e comportamenti inappropriati e per esigenze economiche legate alla crisi causata dal lockdown per Covid . Più volte , durante l'estate, sacrificando vita privata e lavorativa il presidente dell'associazione ha cercato di trovare un compromesso sia con gli istruttori che con un rappresentante dei tesserati. In questo lungo periodo al presidente sono state intimate inderogabili condizioni: eliminare il proprio referente , mantenere condizioni economiche inalterate agli istruttori, gestire in autonomia il tennis adulti altrimenti si sarebbe messa in moto la macchina del fango con lettera all’amministrazione, avvocati , giornali, social, lettere di denuncia etc. La Polisportiva, per la sua storia personale e tutta la trasparenza manifestata negli anni non ha accettato tale ricatto , essendo convinta di avere sempre agito per il bene della comunità locale".

- "Per quanto riguarda il paventato scioglimento del Consiglio direttivo del tennis con metodi antidemocratici, è bene chiarire , una volta per tutte, che ciò non è mai avvenuto perchè il Consiglio direttivo del tennis non esisteva. L'APD, è un'associazione unica che comprende calcetto, atletica, pallavolo tennis e pesca ed ha, come vuole il Nuovo Registro CONI , un solo consiglio per le 5 sezioni".

"Nomina un referente per ogni sezione che si può avvalere di collaboratori volontari per la gestione delle varie attività. I pochi tesserati che hanno gridato “ alla deriva antidemocratica erano al corrente di tutto ciò e hanno usato in modo strumentale e scorretto questo argomento".

-  "I pochi tesserati e gli istruttori che si sono rivolti all'amministrazione Comunale rivendicando scorrettezze inesistenti , hanno creato dissidi e malumori all'interno del circolo divulgando informazioni menzognere, hanno usato una chat ludica in modo improprio, il presidente della polisportiva è stato anche soggetto a intimidazioni, telefonate continue, lettere consegnate a tarda notte. Dopo tutto ciò, pretendere il rinnovo della collaborazione con gli istruttori, che si era conclusa a giugno,diventava difficile, essendo evidente che il rapporto di fiducia e comunione di intenti era oramai inesistente e impossibile da ricostruire".

-  "Nel progetto di crescita della scuola tennis e adulti , questa associazione ha optato quindi di avvalersi di nuovi maestri e istruttori FIT".

"La polisportiva , (costituita da presidente, vicepresidente e consiglieri volontari, ci teniamo a sottolinearlo) in questi anni è riuscita a portare avanti progetti sociali di valore: dal quasi totale abbattimento delle barriere architettoniche , (amplieremo l’attività di tennis in carrozzina con maestri dedicati), all'inserimento di disabili in progetti sportivi, alla creazione di campi estivi innovativi ad altre attività che hanno coinvolto diverse associazioni di volontariato di San Gimignano. Il circolo tennis è diventato un luogo per la comunità ed i suoi frequentatori, così come tutti gli altri spazi gestiti dalla Polisportiva. La crescita di un luogo di aggregazione non si valuta".

"Solo dall'organizzazione di un torneo nazionale o dalla vittoria di un campionato ,ma da tanti altri valori che in questa spiacevole vicenda purtroppo si sono persi di vista . Non ci sono vincitori , ma solo tanta amarezza nel constatare che si è voluto per forza organizzare una “guerra” per raggiungere obbiettivi non dichiarati".

Polisportiva APD San Gimignano

Potrebbe interessarti anche: Mensa scolastica, servizio garantito a tutti e in sicurezza

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 19 settembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su