Vivaio Il Roseto

Tignano Festival: al via la 33ma edizione tra ambiente, sostenibilità e consapevolezza

Una parata di stelle salirà sul palcoscenico del Tignano Festival. Tra i protagonisti Fabrizio Bosso, Moni Ovadia, Stefano Liberti, Jacopo Fo, Mauro Scardovelli, Accademia del Maggio Musicale

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

In uno dei borghi e castelli più antichi e incantevoli del Chianti, la musica e la cultura tornano a riecheggiare nel segno della sostenibilità e dell’impegno per l’ambiente e la pace. Dopo una pausa durata due anni il ‘salotto’ di Tignano, sito di interesse tra i pregiati della Toscana, si prepara ad accogliere un carnet di qualità caratterizzato da nove proposte di altissimo livello (orario d'inizio 21.30) che invitano a riflettere e sensibilizzare sui temi della consapevolezza, del dialogo e dell’inclusione. Con un obiettivo chiaro e consolidato negli anni, spinto dalla passione dell’organizzazione, il Comitato Culturale Tignano, costituito da decine di volontari residenti nel borgo e presieduto da Paolo Gianni, il sostegno del Comune di Barberino Tavarnelle, spicca il volo l’edizione numero 33 del Tignano Festival per l'Ambiente e l'Incontro tra i Popoli, iniziativa patrocinata dalla Regione Toscana e della Citta Metropolitana di Firenze.

“Favoriti dall’intimità e dalle atmosfere del castello - annuncia il presidente del Comitato Culturale Tignano Paolo Gianni - torniamo a trasformare il gioiello di casa nostra in un palcoscenico elegante, aperto, attuale e vicino alla gente dove arte e pubblico, senza alcuna mediazione, possano incontrarsi, ascoltarsi, confrontarsi, apprezzarsi, un’opportunità per riflettere sui grandi temi della contemporaneità attraverso i linguaggi dell’arte espressiva”.

“Nonostante i due anni di stop  - dichiara il sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli - imposti dall’emergenza la stretta collaborazione tra Comune e Comitato ha prodotto un cartellone che scommette ancora una volta sulla qualità e la diversificazione dei generi, mi preme ringraziare il gruppo di residenti che dal 1987 con passione e determinazione ha mostrato uno straordinario esempio di volontariato culturale per realizzare una delle manifestazioni più apprezzate del territorio che negli anni ha accolto ospiti, cantanti, attori, musicisti, di caratura nazionale e internazionale”.

IL PROGRAMMA 

Giovedì 30 giugno apre il Festival l'incontro La rivoluzione dell'amore, per un nuovo Rinascimento. Protagonista lo psicoterapeuta, giurista e musicoterapeuta Mauro Scardovelli (www.mauroscardovelli.it) che introduce così l'appuntamento: “Una parte sempre più grande dell’umanità si sta risvegliando, cresce in consapevolezza ed eleva la propria coscienza. L'amore e la spiritualità guidano il cambiamento ma il percorso verso un mondo nuovo è appena cominciato”. Ingresso libero.

Venerdì 1 luglio dalle 21:00 saranno le suggestive atmosfere di Tango 1920, omaggio a Osvaldo Pugliese ad animare il castello. 100 anni di storia del Tango rivissuti con coppie di tangueros provenienti da tutta la Toscana per una notte di danza, cuore e passione. Un viaggio di emozioni a partire dall'atmosfera suggestiva della Buenos Aires dei primi del '900 che unì e riunì popoli da tutto il mondo in un abbraccio, l'espressione massima del Tango argentino. Ingresso libero.

Martedì 5 luglio sarà la volta del concerto lirico degli Artisti dell'Accademia del Maggio Musicale Fiorentino. Tre secoli di musica attraverso le composizioni di Giuseppe Verdi, Wolfgang Amadeus Mozart, Giacomo Puccini e altri celebri compositori. In programma numerose arie, tratte da alcune delle più famose opere, dal Macbeth di Verdi alla Tosca di Puccini. Protagonisti saranno i tenori Joseph ahdah e Lulama Taifasi, il basso Amin Ahangaran e Lorenzo Masoni al pianoforte. Ingresso libero.

Giovedì 7 luglio appuntamento con il jazz internazionale dello Spiritual Trio, uno dei progetti più affascinanti di Fabrizio Bosso in cui il trombettista, con l’organista Alberto Marsico e il batterista Alessandro Minetto, rende omaggio alla musica nera declinata nella sua variante Gospel e Spiritual in un sapiente viaggio pieno di scoperte e di emozioni. Ingresso € 20,00 (acquisti online e sconti sul sito www.tignano.it).

Domenica 10 luglio saranno Dario Boldrini, il Giardiniere planetario e Marco Pardini, il Piantastorie i protagonisti dell'incontro La meraviglia della natura, dalle narrazioni etnobotaniche al Giardino planetario. Un viaggio, un reading dinamico di racconti ispiranti alla scoperta delle azioni rivoluzionarie e delle rivelazioni della natura. Come possiamo tradurre il linguaggio della natura per riconnetterci alla terra e ai suoi primordiali equilibri? Attraverso quali meraviglie riusciamo a esprimere meglio un'ecologia condivisa e rivoluzionaria

Dario Boldrini (www.darioboldrini.net) è un architetto del paesaggio eclettico e geniale e dal 2015 conduce servizi per rubriche televisive (Geo su Rai 3) legate alle pratiche dell’orto e dell'agricoltura naturale. È autore de Il Giardino planetarioMarco Pardini (www.marcopardini.com) è un noto e magistrale divulgatore televisivo di etnobotanica per Noi Tv Lucca ed è naturopata Heilpraktiker. Da più di trent’anni si occupa di medicina naturale. È autore di Erbario poetico e Il Piantastorie. Ingresso libero.

Giovedì 14 luglio il conferimento del Premio Incontro tra i Popoli a Moni Ovadia (www.moniovadia.net), considerato uno dei più prestigiosi e popolari uomini di cultura e artisti della scena italiana. È noto per il suo costante impegno etico e civile a sostegno dei diritti e della pace. Modera l'incontro Gloria Germani. Ingresso libero.

Venerdì 15 luglio conferimento del Premio per l'Ambiente a Stefano Liberti (https://it.wikipedia.org/wiki/Stefano_Liberti). Giornalista, documentarista e regista, pubblica regolarmente inchieste e reportage su media nazionali e internazionali (Internazionale, l’Espresso, Le Monde diplomatique, Al Ja- zeera, El Pais semanal). Tra le sue opere: I signori del cibo; ll grande carrello; Terra bruciata. Come la crisi ambientale sta cambiando l’Italia e la nostra vita. Il suo ultimo film Soyalism è stato selezionato e premiato in festival di tutto il mondo. Modera l'incontro Elisa Poggiali. Ingresso libero.

Giovedì 21 luglio si parla di energie rinnovabili e comunità energetiche con lo scrittore, fumettista, attore ed ecologista Jacopo Fo (www.jacopofo.com) e l'ambientalista ed esperto Fabio RoggiolaniJacopo Fo ha iniziato a occuparsi di ecologia e benessere negli anni '70 e lavora per far conoscere l'efficienza e la convenienza dei pannelli solari termici e del solare di potenza. Tra i suoi progetti di rilievo la Libera Università di Alcatraz che si occupa di diffondere la cultura della pace, dell’arte e dell’ecologia in vari settori. Fabio Roggiolani ha militato nei Verdi ed è stato consigliere in Regione Toscana per due legislature. È stato presidente della Commissione Agricoltura e della Commissione Sanità, oltre che organizzatore di eventi nazionali su tematiche ambientali. È tra i fondatori dei progetti Giga e Free e cofondatore di Ecofuturo. Ingresso libero.

Il Festival chiude i battenti venerdì 22 luglio con il concerto per la pace Ray of light della Banda Sinfonica Heidegalm dal Belgio, diretta dal maestro Kristof Aerts. Ingresso libero.

Informazioni e biglietti per il concerto Fabrizio Bosso Spiritual Trio: www.tignano.it

Copyright © Valdelsa.net

Potrebbe interessarti anche: Certaldo: ritorna Mercantia con i colori, la musica e l'energia che l'hanno resa famosa e unica

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 24 giugno 2022

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su