Torna nelle scuole l'album online di Roarr

La raccolta di figurine più “eco” di sempre. Migliaia di bambini e genitori alla ricerca di azioni amiche del Pianeta da fotografare e incollare sul sito

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Giunto alla sua terza edizione, il progetto di educazione ambientale Roarr! Risparmia, ricicla…ruggisci! diventa sempre più grande: alla storica partecipazione degli istituti di Siena, Arezzo e Prato e alla più recente entrata in campo di quelli della provincia di Ancona, si è aggiunto l’entusiasmo degli alunni e delle maestre di Grosseto e Perugia. Circa 4.500 bambini di 179 classi di 39 Comuni stanno ora imparando cosa significa rispettare il Pianeta attraverso pratiche riguardanti il risparmio energetico, la raccolta differenziata e la mobilità sostenibile. 

Il progetto

Ideato da Straligut Teatro e dalla multiutility italiana Estra, il progetto intende affiancare le insegnanti nell’educazione al rispetto dell’ambiente e alla cittadinanza attiva attraverso un’appassionante caccia al tesoro ecologica rivolta ai piccoli studenti e alle loro famiglie. Le classi stanno completando un album di figurine on-line sul sito www.roarr.it fotografando 50 azioni amiche dell’ambiente, che spaziano dall’utilizzo di lampadine a led alla riduzione degli imballaggi. La gara terminerà il 10 febbraio, ma ad oggi sono già più di 32mila le foto caricate e 800.000 le visualizzazioni sul sito con quasi 20.000 utenti: parenti e amici dei giovani alunni sono infatti coinvolti in prima persona per supportare ed aiutare i bambini. Il progetto scolastico, ospitato su una piattaforma online riesce ad essere trasversale e fruibile sia in aula che a casa, permettendo un dialogo continuo tra l’insegnamento in classe e quello in famiglia.

Quest’anno grazie al sostegno di Ricrea, Ecolat e del gestore dei rifiuti della Toscana del Sud Sei Toscana, si è aggiunta una nuova importante attività al progetto: i bambini con i genitori sono impegnati nella raccolta di tappi in diversi materiali, un semplice gesto per abituarli alla raccolta differenziata di acciaio, alluminio, plastica e sughero. La gara è entrata nel vivo proprio in questi giorni: sul sito sono visibili le classifiche aggiornate in tempo reale: in palio per i primi classificati di ogni girone provinciale biglietti per spettacoli e laboratori teatrali. Inoltre, ulteriori premi distribuiti con Estraclick, il contest fotografico che avrà inizio il 10 febbraio online sulla pagina Facebook del progetto e che premierà con buoni acquisto per materiale didattico le figurine più votate dagli utenti social.

La dichiarazione del responsabile Trisciani

“Roarr! è un progetto di impronta ludico-didattica: innovativo, moderno ed appassionante. Stimola in maniera coinvolgente ed efficace sia gli alunni che le loro famiglie guidandole attraverso un percorso che ha come obiettivo la promozione di stili di vita ecosostenibili. Oggi più che mai è necessario istruire le nuove generazioni, ma non solo, al rispetto verso il nostro Pianeta.” Dichiara Fabrizio Trisciani, responsabile del progetto Roarr per Straligut Teatro.

Potrebbe interessarti anche: Si intensificano i controlli antidroga

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 31 gennaio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su