Tram-e-d'arte, la Firenze meno conosciuta da scoprire con la tramvia

Circa 200 luoghi d'interesse, divisi in 5 categorie: Top Attraction, Musei e Chiese, Parchi e Sport, Spettacolo e cultura, Botteghe e Mercati con il progetto Tram-e-d'arte Florence by tram

 FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un modo nuovo per vivere Firenze e il suo volto meno conosciuto ma ricco di fascino, così come il suo lato più contemporaneo, troppo spesso trascurato, e che invece sta diventando sempre più caratteristico della città.

Un sito dedicato alla Firenze appena fuori dal centro storico e dai circuiti turistici più inflazionati, di cui attraverso immagini inedite e storie si raccontano tutti i luoghi d’interesse nell’arco di circa 1,5 km (circa 20 minuti a piedi) dalle varie fermate della tramvia, la grande arteria che collega il cuore della città con la sua estensione, che ne è diventata così parte integrante. Creando una città più ampia, ma allo stesso tempo più vicina e a portata di pochi passi.

Circa 200 luoghi d’interesse, divisi in 5 categorie - Top Attraction, Musei e Chiese, Parchi e Sport, Spettacolo e cultura, Botteghe e Mercati - tra cui incredibili edifici sacri o di cultura come la Chiesa russa ortodossa della Natività, la prima sul territorio italiano, o la Villa medicea a Careggi dove è nato e morto Lorenzo il Magnifico, ma anche centri dello spettacolo, talvolta grande espressione di architettura contemporanea, come il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, la Manifattura Tabacchi, eccezionale esempio di recupero di un ex spazio industriale diventato un vero e proprio ‘centro fuori dal centro’, il maestoso Palazzo di Giustizia a Novoli, lo straordinario Museo Stibbert, o ancora antiche chiese, custodi di preziose e inaspettate opere d’arte, magnifici parchi e capolavori di street art di alcuni degli urban artist più conosciuti, ma anche centri sportivi, università e Centri Commerciali Naturali. Ogni luogo è geolocalizzato e ha una propria pagina web, con foto, descrizione, informazioni pratiche e correlati, ed è fruibile attraverso una doppia opzione di navigazione: tramite la divisione in categoria o selezionando le fermate della tramvia. Un sito quindi in costante aggiornamento, destinato ad ampliarsi in parallelo con la crescita del circuito tramviario e comunicato anche attraverso i social Instagram e Facebook.

Un progetto - per ora comprensivo della linea T1 (26 fermate da Villa Costanza a Careggi) e della linea T2 (12 fermate da Unità d’Italia a Peretola), ma che poi si amplierà con l’apertura delle prossime linee della tramvia fiorentina - ideato e a cura di Caterina Paolucci e Olivia Turchi per Associazione Via Maggio, realizzato da Gruppo Editoriale, in collaborazione con GEST (Gestione del Servizio Tramviario), con il contributo dell’assessorato al Turismo del Comune di Firenze e della Fondazione CR Firenze.

Potrebbe interessarti anche: Domenica al profumo di olio tra i leggendari ulivi di Semifonte

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 18 giugno 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su