Trofeo Matteotti, i ciclisti under 23 pronti a lanciarsi nel mondo professionistico

Giunta alla 67esima edizione, la gara si terrà domenica 16 maggio con partenza da Marcialla. Baroncelli: ''Un punto di riferimento sportivo e culturale per il nostro territorio''

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Ogni volta che torna a correre per le strade del Chianti e della Valdelsa è un tuffo nel passato che fa riaffiorare la storia di un’intera comunità e della sua radicata passione per il ciclismo. E' tempo di Trofeo Mattetti, di cultura sportiva e valorizzazione delle risorse paesaggistiche e ambientali del territorio. Domenica 16 maggio, dopo la pausa dello scorso anno, legata alla pandemia, prende il via l'edizione numero 67 della manifestazione di rilievo nazionale, nonché 45mo Trofeo Olearia Valpesana, realizzata con il contributo e il patrocinio del Comune di Barberino Tavarnelle. Saranno le colline del Chianti e della Valdelsa, lungo un percorso di 150 Km, il palcoscenico naturale della gara rivolta a ciclisti dilettanti élite under 23.

"Il Trofeo Matteotti ormai da tempo rappresenta un punto di riferimento sportivo e culturale per il nostro territorio - dichiara il sindaco David Baroncelli - permetterà ancora una volta di coniugare natura, amore per la due ruote e promozione della campagna toscana, il numero dei partecipanti, 190 iscritti, attesta il gradimento della corsa da parte del mondo sportivo che a distanza di 35 anni offre un'opportunità di promozione delle eccellenze e delle risorse della nostra zona".

Lo start della competizione ciclistica è fissato a Marcialla in piazza Brandi alle ore 13.30 per concludersi alle ore 17.05 sempre in piazza Brandi. Una gara prestigiosa che a partire dal 1952, anno in cui fu il giovane talentuoso Gastone Nencini a salire sul podio, si è contraddistinta e si è affermata negli anni per il suo lungo percorso storico, la durezza e la bellezza del percorso, il prestigioso albo dei partecipanti. Si ricordano i piazzamenti di grandi ciclisti come Paolo Bettini, Marco Pantani, Mario Cipollini, Giovanni Visconti, Richie Porte e tanti altri corridori di valore internazionale.

"Il Trofeo Matteotti rappresenta un trampolino di lancio per i giovani - precisa Francesco Tomei, consigliere comunale delegato allo Sport - che potranno dall’anno successivo entrare a far parte del circuito professionistico, come negli anni è successo per nomi di caratura internazionale tra cui Pantani, Cipollini, Bettini, Richie Porte che hanno ottenuto ottimi piazzamenti".

L'organizzazione della gara, curata dall’associazione Polisportiva Aics Firenze in collaborazione con gli sportivi di Marcialla, ha messo in piedi un lavoro complesso che ha visto il coinvolgimento di decine di volontari e aziende del territorio, in special modo degli abitanti di Marcialla, sapientemente guidati da Armando Nesi.

La gara, come da tradizione, si snoderà tra le colline dei Comuni di Barberino Tavarnelle, San Casciano Val di Pesa, Montespertoli, Certaldo e Poggibonsi, caratterizzato da numerosi passaggi attraverso luoghi, siti e aree molto suggestivi tra cui Sciano, Canaglia, Montagnana e la cupola di San Michele Arcangelo a Semifonte.

Foto Facebook AICS Comitato di Firenze

Potrebbe interessarti anche: Grande ripartenza per la Pgs Pietro Larghi Volley

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 14 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su