Truffa online: ordina un elettrodomestico che non arriva mai

Continuano a non mancare coloro che, trascorrendo parte del loro tempo alla ricerca del grande affare sul web, finiscono per incappare nei furbetti di turno che rifilano loro delle sonore fregature

 SIENA
  • Condividi questo articolo:
  • j

Così una 54enne signora senese innamorata del “Bimby”, noto elettrodomestico che riduce le fatiche di cuochi e pasticceri casalinghi, è andata a consultare una famosa piattaforma di vendite telematiche non garantite dal motore di ricerca, andando a pescare l’interlocutore più sbagliato, qualcuno che aveva gettato l’amo con una proposta di quelle che non si possono rifiutare. 

Bimby usato

Perché un Bimby usato a 300 euro rappresenta davvero un’occasione imperdibile, ma anche un buon motivo per dubitare, dal momento che si tratta di un prezzo sin troppo stracciato. La signora ha invece creduto nel favore del destino che le avrebbe fatto rinvenire quella magnifica inserzione e ha contattato il venditore sul numero telefonico che questi aveva postato in attesa di acquirenti. Naturalmente, una volta effettuato il bonifico, la donna non ha ricevuto quanto promesso, né tantomeno è più riuscita a contattare sulla stessa utenza il proprio occasionale interlocutore, che si è eclissato senza pietà alcuna, rendendosi assolutamente irreperibile. 

Portafoglio leggero

La signora ha quindi dovuto continuare a impastare a mano, ma con portafoglio alleggerito. Ha deciso però di non tenersela (la fregatura) e si è rivolta ai carabinieri della Stazione di “Siena Principale (quella di Viale Bracci). I militari dell’Arma sono riusciti a risalire agli intestatari del numero di telefono sul quale la signora aveva contattato l’inserzionista in mala fede e del conto corrente sul quale erano stati indirizzati i danari con bonifico. Sono entrambi intestati a un 19enne della Provincia di Pescara con precedenti denunce a carico. Questi è stato denunciato per truffa aggravata e ora dovrà giustificarsi con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena, presso la quale è stata depositata una ben motivata informativa di reato.   

Potrebbe interessarti anche: Anziana donna scippata cade e muore: arrestata l'autrice del furto

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 22 gennaio 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su