Un libro per i nuovi nati. Alla biblioteca arriva ''Born in library''

Iniziativa in collaborazione con il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Gianni Rodari, l'Accademia Drosselmier e Olivia Libreria Bistrot

 POGGIBONSI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un nuovo progetto per la biblioteca comunale Gaetano Pieraccini di Poggibonsi. Porta il nome di “Un libro per ogni nuovo nato - Born in library” e si realizza grazie alla collaborazione con il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Gianni Rodari, l’Accademia Drosselmier con il progetto “Il sesto senso” e Olivia Libreria Bistrot.

Un libro per i nuovi nati

Si tratta di una iniziativa di promozione della lettura rivolto ai nuovi nati ed alle loro famiglie - spiega l’assessore alla cultura Nicola Berti - un modo ulteriore per sostenere l’importanza della lettura fin dalla primissima età come strumento di crescita culturale e sociale. La nostra biblioteca ha promosso negli anni una progettualità specifica per le giovani e giovanissime generazioni e l’interesse è stato forte ed è cresciuto nel tempo”. L’incremento di partecipazione è stato riscontrato nella fascia di età 0-5 soprattutto a seguito dell'inaugurazione dello spazio all'interno della Biblioteca Incantata, “Il Bosco delle meraviglie”, dedicato proprio ai bambini più piccoli e alle loro famiglie. Da marzo 2019 ad oggi, pur nelle restrizioni legate alla pandemia, si sono iscritti in biblioteca quasi 150 bambini nella fascia di età 0-5 anni.  “A questo interesse e a questa crescita costante della nostra biblioteca dobbiamo e vogliamo dare seguito - dice Berti - per farne sempre più un luogo di socializzazione e di inclusione, capace di accogliere le differenze sociali e culturali come occasione di crescita e di valorizzazione”.

Tre le azioni previste. Ad ogni nuovo nato e residente a Poggibonsi sarà donato un libro (iniziativa specifica del progetto “Il sesto senso”). Contestualmente sarà consegnata la targa personalizzata “Born in Library” e vi sarà l’iscrizione del bambino o della bambina alla biblioteca. Alle famiglie inoltre verrà donata la brochure "La biblioteca incantata" come sintesi descrittiva dei servizi proposti. In questo 2021 il libro sarà offerto dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario della nascita di Gianni Rodari e sarà “Castelli di libri” di Alessandro Sanna. Le famiglie saranno contattate e sarà condiviso con loro, singolarmente, il momento del dono. Compatibilmente con la normativa anticontagio potranno essere organizzati nel tempo brevi letture ad alta voce. Il progetto si inserisce in un impegno costante dell’amministrazione nelle attività di promozione della lettura, che vede il Comune partecipe del progetto regionale Leggere Forte.

Il progetto

Il progetto avrà cadenze trimestrale a partire dal mese di marzo e inizierà con il coinvolgimento delle famiglie dei quindici nuovi nati di questa prima parte del 2021.
“Leggere fa bene e la lettura ad alta voce favorisce lo sviluppo dell’individuo - dice Berti - ringraziamo le realtà che hanno aderito nel nome di Gianni Rodari e facciamo nostro il suo pensiero a cui questo progetto è ispirato”.

'Non si nasce con l’istinto della lettura, come si nasce con quello di mangiare e bere. Si tratta di un bisogno culturale che può solo essere innestato nella personalità infantile', Gianni Rodari.

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, sono 1.239 nuovi positivi, con un'età media 44 anni e 23 persone decedute

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 4 marzo 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su