Bisniflex materassi Poggibonsi

Un nuovo cipresso nel borgo medievale per aumentare il valore ecologico del Chianti

Piantumata una nuova alberatura nel giardino pubblico di San Donato in Poggio

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Prosegue l'impegno della giunta Baroncelli nella valorizzazione del patrimonio arboreo e nella salvaguardia ambientale. Il Comune di Barberino Tavarnelle ha celebrato la vita con la messa a dimora di un cipresso per respirare meglio. Nella Giornata nazionale dell'Albero il Comune ha piantumato in un'area verde di San Donato in Poggio, nei pressi dei giardini pubblici di via Senese, l'albero simbolo del Chianti.

L'iniziativa, promossa dall’assessore all’Ambiente Serena Fedi, si è tenuta in collaborazione con l'Associazione Italiana Professionisti del Verde. La posa dell'alberatura ha utilizzato un sistema sperimentale con il quale la società System Turf di Genova che l'ha ideato ha ottenuto un prestigioso premio al Salone internazionale del verde, il Flormart di Padova. “Grazie ad un nostro concittadino, Emiliano Nesi, che fa parte dell’associazione Italiana Professionisti del Verde – ha commentato l’assessore Serena Fedi – abbiamo potuto effettuare la piantumazione seguendo i criteri del progetto “Albero sicuro” che utilizza una rete installata alla base dell’albero. Il cipresso di San Donato, dotato di questa tecnica innovativa che tutela la pianta sotto il profilo della stabilità e dell’autonomia idrica, si avvale di un ancoraggio sotterraneo, fissato intorno alla zolla, e di una rete di ritenzione che assicura l’idratazione dell’albero soprattutto nei periodi più siccitosi”.

L’operazione è stata realizzata agronomi Emiliano Nesi e Michele Dal Moro dell’associazione Professionisti del Verde e da Francesca Faldella in rappresentanza della System Turf. 

Potrebbe interessarti anche: Disturbi del sonno: il rapporto tra buon riposo e corretto funzionamento metabolico

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 22 novembre 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su