Una coppia di poggibonsesi in cammino da Siena fino a Roma sulla Francigena

Ecco il loro resoconto di una esperienza unica, tutta on the road sull'antico cammino dei pellegrini

 AMBRA E DANIELE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Una coppia in cammino sulla via Francigena, un viaggio a due pianificato e fortemente voluto come esperienza di vita. La passione in comune per le passeggiate nel verde ha portato Ambra e Daniele ad attraversare la via Francigena da Siena fino a Roma e questo è il racconto di quel viaggio.

"Siamo Ambra e Daniele, una coppia di appassionati di sport e alla ricerca di uno stile di vita sano e sostenibile. Durante l'inverno 2020/2021, vista la comune passione per le passeggiate nella natura, abbiamo deciso di programmare un viaggio a cui pensavamo da tempo: la Via Francigena a piedi da Siena a Roma. Ci siamo allenati nei mesi precedenti e il 18 maggio siamo partiti con i nostri zaini grandi e pesanti. L'intenzione era di percorrere le tappe originali dell'attuale tracciato della Via Francigena, fra l'altro ben tenuto e segnalato, pernottando il più possibile negli ostelli per pellegrini, presenti in ogni tappa.

Così è stato e giorno dopo giorno abbiamo camminato dalle 5 alle 8 ore da un paese all'altro attraversando paesaggi naturali incantevoli e suggestivi. Il tracciato si snodava fra campi verdissimi, boschi selvaggi e piccoli borghi semi-sconosciuti. Il percorso è in prevalenza su sentieri e strade bianche, solo alcune volte lungo strade asfaltate. Per il cibo ci siamo organizzati quasi sempre con pranzo al sacco, mentre per la sera è stato più comodo perché in ogni paese di fine tappa ci sono dei ristoranti.

In 13 giorni di cammino, dopo quasi 300 chilometri, siamo arrivati in piazza San Pietro a Roma ed è stata un’emozione indescrivibile. Finire con successo un viaggio del genere, dove abbiamo contato solo su noi stessi e sulle nostre forze, ci ha reso veramente appagati ed orgogliosi di noi. La lunghezza media di ogni tappa è stata di 22km, con un minimo di 16km e un massimo di 32km.

Negli ostelli per pellegrini si dorme in camere che possono essere condivise con altri viaggiatori. Nei letti non ci sono le lenzuola, perché ognuno utilizza il proprio "sacco lenzuolo" - una dei tanti oggetti dei nostri zaini. Negli ostelli si trovano ovviamente cuscini e coperte. In alternativa è possibile tranquillamente pernottare in B&B oppure Hotel, e talvolta ne abbiamo usufruito anche noi, quando non abbiamo trovato disponibilità negli ostelli oppure quando erano troppo lontani dal centro del paese.

Per avere un ricordo il più vivo possibile e per poter trasmettere a chi è interessato i tanti dettagli di un viaggio come questo, abbiamo deciso di registrare dei video ogni giorno, che stiamo piano piano condividendo su YouTube, sul canale "Sport e Sostenibilità". Inoltre crediamo di essere i primi Italiani a documentare la Via Francigena camminando con delle scarpe particolari e innovative, che simulano la camminata a piedi scalzi. Hanno una suola molto sottile e flessibile, non c'è alcun rialzo sul tallone e l'avampiede è molto ampio: si chiamano "scarpe barefoot", che significa appunto "a piedi scalzi". Siamo felici, grazie a queste scarpe, di aver finito il nostro viaggio senza la minima traccia di vesciche, che abbiamo sentito essere frequenti per molti camminatori di lunghe distanze.

Fare un viaggio a piedi è stata un’esperienza indimenticabile, che fa vedere il mondo da un’altra prospettiva e permette di scoprire dei gioielli nascosti del nostro territorio.
È stato il nostro primo cammino, ma non sarà sicuramente l'ultimo!".

Potrebbe interessarti anche: L'arte di Maurizio Sani ''Dall'Eroica alle Mille Miglia''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 3 ottobre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti