Una guida sul Museo Civico e della Collegiata di Casole: venerdì 10 maggio la presentazione

L'opera, curata dal direttore del Museo Patrizia La Porta, si articola in tre parti

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Venerdì 10 maggio alle ore 18.00 presso il Centro Congressi di Casole d’Elsa verrà presentato il volume: Casole d’Elsa. Museo civico archeologico e della collegiata. Sezione artistica, diciottesima pubblicazione della collana: Guide di Fondazione Musei Senesi.

L'opera, curata dal direttore del Museo Patrizia La Porta, si articola in tre parti. Le prime due sono dedicate al complesso architettonico e al percorso espositivo. La terza parte si ispira a un primo, prezioso ed erudito compendio sulle vicende storiche, gli uomini illustri, i monumenti e le opere d’arte, pubblicato nel 1908. A quest’ultimo capitolo si lega una nuova sezione denominata Museo della città allestita nell’atrio della rocca del XIV secolo, oggi sede del Municipio; qui una serie di pannelli illustrano lo sviluppo urbanistico e l’antico aspetto dei maggiori edifici pubblici e sacri del castello.

Le dense pagine della guida approfondiscono le particolari vicende architettoniche e sottolineano quanto le testimonianze artistiche conservate nel museo e nella collegiata siano la viva testimonianza di un insigne passato animato da un mecenatismo illuminato. Le opere diventano così il punto di partenza per un’esperienza di conoscenza di prestigiosi artisti del panorama italiano e senese del Trecento: da Marco Romano a Gano di Fazio ai pittori ducceschi. Focus di una certa importanza sono dedicati a due figure originarie di Casole: Alessandro Casolani, un protagonista della pittura senese della fine del Cinquecento e Augusto Bastianini, uno straordinario ritrattista ed eccellente interprete del paesaggio toscano del primo Novecento. Non manca nella guida una parte dedicata alla ricca collezione di oreficerie senesi del Seicento e del Settecento, per l’occasione restaurate.

Il volume verrà presentato da Roberto Bartalini, Professore di Storia dell’Arte Medievale e Storia della Critica d’Arte presso l’Università degli Studi di Siena.

Al termine sarà possibile visitare il museo in Piazza della Libertà e la nuova sezione in Piazza Paolo Luchetti.

Pubblicato il 8 maggio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su