Diba '70 shop San Gimignano

Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa: Ferrovie, una rivoluzione!

Un Piano organico di investimenti che interessa, in modo particolare i cittadini pendolari (lavoratori, studenti) i turisti, insomma tutti i viaggiatori (anche occasionali), poiché si parla espressamente di raddoppio delle linee, di infrastrutture per la elettrificazione, di incremento dei treni (che saranno più moderni e in ogni caso più veloci), e infine di accessibilità “garantita” in tutte le stazioni, grazie al rialzamento dei marciapiedi che offrirà a chiunque di poter usufruire appieno del trasporto ferroviario

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Si preannuncia una vera Rivoluzione sul trasporto ferroviario della linea Empoli-Siena ed Empoli-Firenze, un salto di qualità senza precedenti che consentirà agli utenti di raggiungere in modo più rapido, efficiente e puntuale le tre città d’arte che rappresentano il cuore pulsante della Toscana centrale: Firenze, Siena, Pisa.

Un Piano organico di investimenti che interessa, in modo particolare i cittadini pendolari (lavoratori, studenti) i turisti, insomma tutti i viaggiatori (anche occasionali), poiché si parla espressamente di raddoppio delle linee, di infrastrutture per la elettrificazione, di incremento dei treni (che saranno più moderni e in ogni caso più veloci), e infine di accessibilità “garantita” in tutte le stazioni, grazie al rialzamento dei marciapiedi che offrirà a chiunque – anche alle persone con problemi di mobilità – di poter usufruire appieno del trasporto ferroviario.

Il Piano degli interventi è stato reso noto oggi pomeriggio a Castelfiorentino dall’Amministratore Delegato di RFI, Ing. Maurizio Gentile, dall’on. Luca Lotti (Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri), dalla Senatrice Laura Cantini, da Brenda Barnini (Vicepresidente della Città Metropolitana di Firenze), e da Alessio Falorni (Sindaco delegato alle Infrastrutture e Trasporti per l’Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa). Erano presenti anche Angela Dondoli (Funzionario Regione Toscana), e i Sindaci di Montelupo Fiorentino (Paolo Masetti), Capraia e Limite (Alessandro Giunti), Fucecchio (Alessio Spinelli),  Certaldo (Giacomo Cucini), Poggibonsi (David Bussagli), Montaione (Paolo Pomponi).

Le opere contemplate dal programma si articolano su 5 filoni principali:

Raddoppio Empoli-Granaiolo (linea Empoli-Siena). L’intervento consentirà anzitutto di raddoppiare la frequenza dei metropolitani della Valdelsa fino a Poggibonsi, passando da un treno ogni ora a uno ogni mezz’ora. Contestualmente, la doppia linea permetterà di migliorare la puntualità dei treni veloci Firenze-Siena, e di rendere più rapidi tutti i collegamenti, grazie all’infrastruttura della elettrificazione.

- Potenziamento della Stazione di Empoli. Sono previsti interventi di tipo tecnologico, una nuova disposizione degli scambi allo scopo di diminuire interferenze tra treni diversi (linea Firenze-Siena), e infine nuovi marciapiedi “alti” per rendere i treni pienamente accessibili.

- Elettrificazione tratta Empoli-Siena. Grazie all’intervento sulla linea, sarà finalmente possibile combinare la capienza alla velocità. I treni elettrici sostituiranno gradualmente le vecchie locomotive diesel negli orari a forte domanda, garantendo così una maggiore velocità e un servizio migliore.

- Quadruplicamento tratta Empoli-Montelupo (Samminiatello). L’intervento consentirà di avere percorsi separati per i treni veloci e i treni lenti, migliorando la puntualità e incrementando complessivamente i treni sulla tratta Empoli-Firenze.

- Marciapiedi rialzati – Per qualsiasi persona, anche con problemi di mobilità, il desiderio di “prendere il treno” non sarà più un semplice sogno. Nel prossimo triennio saranno infatti rialzati i marciapiedi nelle stazioni di Empoli, Castelfiorentino, Certaldo, Montelupo Fiorentino, Poggibonsi, Ponte a Elsa e Signa.

Una volta ultimati gli interventi (e secondo quanto previsto dall’Accordo Quadro RFI-Regione Toscana) dalla stazione di Empoli avremo, a regime: 3 treni veloci ogni ora diretti per Firenze, 1 treno veloce ogni ora per Pisa-La Spezia, 1 treno veloce ogni ora per Pisa-Livorno, 1 treno veloce ogni ora per Siena. L’incremento maggiore sarà per i treni metropolitani. Da Empoli, ci saranno infatti 3 treni metropolitani ogni ora per Firenze (1 via Lastra, 2 via Signa) ovvero il triplo rispetto ad oggi, 2 treni metropolitani ogni ora per Poggibonsi (il doppio rispetto ad oggi) e 1 treno metropolitano ogni ora per Pisa (il doppio rispetto ad oggi).

Pubblicato il 11 novembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su