Us Poggibonsi: la nuova cordata fiorentina e il debito in eredità

«Dopo settimane dense di accadimenti, di slanci e di brusche frenate, negli scorsi giorni vi era stata una svolta importante frutto del contributo di tanti che avevano lavorato per questo. Purtroppo un brusco passo indietro ha fatto saltare gli accordi maturati e ha fatto naufragare la soluzione condivisa, costruita con il coinvolgimento di imprenditori locali al termine di un lungo periodo di tempo in cui impegno ed energie erano state finalizzate a tale obiettivo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Non c'è ancora pace per quanto riguarda i Leoni. Saltato l'accordo con il gruppo di imprenditori poggibonsesi di cui vi abbiamo parlato alcuni giorni fa, l'ex presidente Gaetano Mesce pare abbia incontrato una cordata fiorentina, guidata da Filippo Corsi con il quale ha firmato giovedì pomeriggio un accordo preliminare.

Il vice sindaco Nicola Berti ha commentato così la vicenda: «Dopo settimane dense di accadimenti, di slanci e di brusche frenate, negli scorsi giorni vi era stata una svolta importante frutto del contributo di tanti che avevano lavorato per questo. Purtroppo un brusco passo indietro ha fatto saltare gli accordi maturati e ha fatto naufragare la soluzione condivisa, costruita con il coinvolgimento di imprenditori locali al termine di un lungo periodo di tempo in cui impegno ed energie erano state finalizzate a tale obiettivo. A stretto giro abbiamo appreso che l'attuale proprietà ha fatto altre scelte, assumendosi le legittime responsabilità».

«Ci era stato chiesto di esercitare il nostro ruolo - aggiunge -. Lo abbiamo fatto in maniera piena e convinta, consapevoli del nostro raggio d'azione, in nome del forte attaccamento verso i colori giallorossi, verso una società, una storia, una maglia che ci appartengono. Che appartengono alla Città. Ringrazio tutti coloro che in queste settimane si sono dati da fare. In particolare Massimo Fusci, rappresentante simbolico dei tanti che con ruoli diversi si erano messi a disposizione. Forza Leoni sempre».

Almanacco Calcio Toscano, che per primo aveva parlato della cordata, ha chiesto direttamente a Filippo Corsi di chiarire la situazione. In un articolo riportato sul sito l'avvocato fiorentino spiega che il preliminare sade il 10 agosto. Il gruppo da lui guidato è formato da 3/4 imprenditori che agiranno da sponsor, ma ancora non può rivelare i nomi. «Il mio ruolo? Principalmente mi dovrò occupare della gestione del debito del quale dobbiamo ancora capire con certezza l'entità (Mesce ci ha parlato di 60/70mila euro, ma immagino che sia almeno il doppio, forse vicini ai 200mila euro: questo però non ci spaventa); inoltre verrà scelto un direttore sportivo con il quale collaborerò e insieme a lui prenderemo le decisioni tecniche necessarie, a partire dall'allenatore. Abbiamo le idee chiare, questo lo posso garantire», ha chiarito. 

Pubblicato il 22 luglio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su