Uscito il singolo “LADY G” di In arte Agnese

In arte Agnese torna con un nuovo brano, subdolo e peccaminoso, dalle sonorità electro swing, scritto dalla stessa cantautrice

 IN ARTE AGNESE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Venerdì 21 maggio è uscito in radio e su tutte le piattaforme digitali LADY G”, il secondo singolo della cantautrice e musicista colligiana, In arte Agnese, all’anagrafe Agnese Conforti. Dopo il debutto con “CocaCola e YouPorn”, In arte Agnese torna con un nuovo brano, subdolo e peccaminoso, dalle sonorità electro swing, scritto dalla stessa cantautrice insieme a Diego Calvetti, che ha curato anche la produzione artistica.

Quando si ascolta LADY G, alla terza o quarta volta, magari visionando anche il video, si capisce bene che In arte Agnese, potrebbe essere una di quelle artiste, che a breve saranno conosciute al grande pubblico. L’impressione è quella che le visualizzazioni del video raggiungeranno numeri sorprendenti, tra qualche anno, perché in molti ritorneranno ad ascoltare questi suoi primi singoli per capire la sua musica prima del successo. A quel punto “noi” diremo, «la ascoltavamo dall’inizio».

Quello che colpisce in questo ultimo singolo è una maturità promettente, anche rispetto ai suoi precedenti lavori. In arte Agnese è enigmatica, complice, intrigante, vera e deliziosamente equivocabile.

In Valdelsa la sua LADY G” è la protagonista degli stereo delle macchine che attraversano le strade delle città, nei bar, nei locali e nei negozi fa da sottofondo, da Santa Caterina a Colle di Val d’Elsa a Via Maestra a Poggibonsi.

È un brano in cui In arte Agnese non si pone il problema di cosa sia reale e cosa no, «preferireste le mezze verità o le brutte bugie? La gallina oggi o l’uovo domani? - domanda l’autrice - io ho deciso di preferire tutto e tenerlo sotto controllo. In LADY siamo ad una festa e dopo un bel mix di… sensazioni discordanti, mi rinfresco la faccia, ma qualcosami sfugge di mano e mi trasformo in “LADY G”. No, non stiamo parlando di una nobildonna del Settecento. Per cosa sta la lettera “G”? La risposta c’è ma si trova nelle orecchie di chi ascolta. “G” per “punto G”, meta molto ambita, quasi leggendaria, simbolo della libertà senza vincoli o etichette? O starà per “Gaga”, nota pop star di fama internazionale, simbolo essa stessa di una libertà senza eguali? Posso essere la “Lady G” dei miei sogni? E voi, siete i “Lady G” di voistessi? Siamo pronti ad accettarci così come siamo, con le nostre imperfezioni, le nostre cadute e le nostre follie?».

Piccante, geniale e chiaro il rimando ad una Lady Gaga del 2008. In arte Agnese, però, porta novità e soprattutto libertà sulla scena musicale italiana. Non è solo l’Agnese Conforti in chitarra e capelli lunghi alla quale eravamo abituati alcuni anni fa, ma questo non sta a significare che sia cambiata totalmente. Rimangono quei bellissimi echi di come è fiorita oggi. Ora è, comunque, a tutti gli effetti un artista con tono, voglia, ambizione, caparbietà e dinamismo. Forse, lo è sempre stata e qui potrebbe nascere la domanda già posta da lei «la gallina oggi o l’uovo domani», la risposta la sappiamo già, «è tutto, ma tenerlo sotto controllo».

Un aspetto rimane certo siamo ben sicuri che tutto ciò, per In arte Agnese, è solo l’inizio. 

In arte Agnese raccomanda tre consigli utili per chi ascolterà il brano, «Uno, non ascoltatelo se siete sull’orlo di una crisi di nervi, potrebbe farvi perdere il controllo. Due non ascoltatelo in un luogo dove non è consentito muoversi e divertirsi, pena probabile multa. Tre, ma soprattutto, diffidate sempre di panda incontrati per caso nella toilette di una festa, potrebbero farvi credere di esistere solo nella vostra testa».

Lodovico Andreucci

Potrebbe interessarti anche: InArteAgnese esce con un nuovo singolo: ''Coca-Cola e Youporn''

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 26 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su