Val d'Elsa 'congelata' al risveglio, tra ghiaccio, neve e problemi di viabilità

La protezione civile invita a non spostarsi in auto se non dotati di pneumatici invernali o catene. Questa mattina infatti traffico congestionato a San Gimignano per un mezzo che, senza aver preso le dovute precauzioni, è andato fuori strada, creando una lunga coda. Il 118 è intervenuto a Colle di Val d'Elsa e a Sovicille per due incidenti. Il primo ha visto coinvolto un ragazzo di 24 anni sulla Siena-Firenze alle 6 e mezzo della mattina

Commenti 1
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Risveglio "congelato" per i valdelsani stamattina. Le nevicate del fine settimana appena trascorso e il brusco calo termico hanno causato lastre di ghiaccio che già dalla serata di ieri hanno dato problemi. Le Amministrazioni locali si sono mobilitate per monitorare la situazione e spargere il sale, con l'aiuto dei volontari di Vab Valdelsa, della Racchetta, di Prociv e Croce Rossa. Tuttavia qualche disagio al risveglio c'è stato comunque.

La protezione civile invita a non spostarsi in auto se non dotati di pneumatici invernali o catene. Questa mattina infatti traffico congestionato a San Gimignano per un mezzo che, senza aver preso le dovute precauzioni, è andato fuori strada, creando una lunga coda. Il 118 è intervenuto a Colle di Val d'Elsa e a Sovicille per due incidenti. Il primo ha visto coinvolto un ragazzo di 24 anni sulla Siena-Firenze alle 6 e mezzo della mattina. Il secondo invece una donna di 38 anni sulla sp73 alle Volte Basse, alle 8.30 circa. Entrambi non hanno riportato ferite gravi, sono stati trasportati alle Scotte di Siena con codice 2 per ulteriori accertamenti.

Scuole chiuse oggi a Sovicille. I bambini di Luco e Cedda a Poggibonsi sono stati spostati precauzionalmente in via Sangallo e in via Risorgimento per le loro attività.

Sui social impazza la polemica per lo spargimento di sale. In alcuni posti (San Rocco a Pilli, Colle, Staggia) si lamenta la scarsa quantità o addirittura il mancato passaggio delle macchine preposte. Un nostro lettore ci scrive quanto segue:

"Cara redazione,
vi leggo sempre con interesse tutti i giorni. Vi scrivo per denunciare quello che secondo me è un grave disservizio del comune di Poggibonsi. Abito in loc. Papaiano, zona collinare alta e con una ripida salita, sopra la ex fornace Le Piaggiole, che stamattina, come potete immaginare, era tutta una lastra di ghiaccio spesso. Ho telefonato ai vigili urbani che mi hanno assicurato che la Protezione Civile era passata col sale. Mi preme denunciare che, come minimo, non ne hanno buttato abbastanza! Altrimenti la lastra non esisterebbe. Si deve capire, e penso lo farebbe anche un bambino, che in certe zone particolarmente ripide occorre una quantità di sale maggiore che non la semplice spolverata. Mio padre, 85 anni, non sta bene e aspetto il dottore che non so se ce la farà a venire. In caso di ricovero come farebbe l'ambulanza ad arrivare fino a qui? Non so di chi sono le responsabilità... Il Comune ti passa i vigili urbani, che rimandano alla protezione civile... assurdo! Questo non va bene secondo me, non è possibile che ai tempi di oggi non riusciamo a tenere sgombri quei tratti di strada particolarmente difficili per la sicurezza di chi ci abita, e qui siamo in tanti. Voglio denunciare il fatto, sperando che possiate pubblicare, per far sì che siano apposti rimedi".

Vi terremo aggiornati sull'evoluzione della situazione. Ricordiamo che è stata emessa una nuova allerta meteo per ghiaccio, dalle 13 di oggi fino alle 23.59 di domani, che impone attenzione e prevenzione.

Pubblicato il 26 febbraio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Commenti

  1. Avatar
    Franco 27/02/2018

    Fuori-strada
    "...traffico congestionato a San Gimignano per un mezzo che, senza aver preso le dovute precauzioni, è andato fuori strada": sempre colpa di quelli che non prendono le dovute precauzioni prima di andare fuori strada!

Lascia un commento

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy
  * Sì, acconsento

Torna su