Val d'Elsa, fermati e denunciati due responsabili di furti a Casole e Poggibonsi

Nel weekend sono stati scoperti e denunciati due autori di furti in Val d'Elsa. Il primo reato è stato commesso in un agriturismo nel comune di Casole d'Elsa, ai danni di una turista statunitense ed il responsabile è scoperto essere un minore. Nella giornata di ieri, domenica 28 maggio, gli uomini dell'Arma di Poggibonsi hanno ricevuto una denuncia per il furto dell'intero incasso contenuto nel registratore di cassa da parte del titolare un noto esercizio pubblico cittadino

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Nel weekend sono stati scoperti e denunciati due autori di furti in Val d'Elsa. Il primo reato è stato commesso in un agriturismo nella frazione di Scorgiano, nel comune di Casole d'Elsa, ai danni di una turista statunitense a cui erano stati rubati circa 500 euro contenuti in una borsa. I Carabinieri della stazione locale, allertati da alcune persone del posto, sono riuscito a fermare un minore di 16 anni, originario del Nord Africa, che era riuscito a entrare nell'abitazione adibita a struttura turistica e prendere il denaro. Il minore, non nuovo a questi tipo di reato, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per i Minori di Firenze.

Nella giornata di ieri, domenica 28 maggio, gli uomini dell'Arma di Poggibonsi hanno ricevuto una denuncia per il furto dell'intero incasso contenuto nel registratore di cassa da parte del titolare un noto esercizio pubblico cittadino. I Carabinieri, visionando il sistema di video sorveglianza e al termine di un rapido percorso di indagini, sono riusciti a riconoscere il responsabile del furto e successivamente fermarlo nei pressi della propria abitazione. G.G., di anni 50, anch'egli non nuovo a questo tipo di reati, nel frattempo era riuscito anche a farsi la barba, sperando di non essere individuato, ma il tutto inutilmente. L’incasso, pari a circa 250 euro, è stato riconsegnato al titolare dell’esercizio, mentre il responsabile del furto è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Siena.

Pubblicato il 29 maggio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su