Valigie con cadaveri trovate a Sollicciano, resta in carcere la 36enne arrestata

E' stato respinto dal riesame il ricorso dei legali

 FIRENZE
  • Condividi questo articolo:
  • j

Elona Kalesha resta in carcere. La 36enne di origine albanese è detenuta da dicembre scorso in carcere per il duplice omicidio di Shpetim e Tauta Pasho, genitori dell'ex fidanzato della donna, scomparsi a firenze nel 2015. I loro resti erano stati ritrovati lo scorso dicembre proprio in un pezzo di terra nel mezzo tra la Firenze-Pisa-Livorno ed il carcere di Sollicciano.

Il tribunale del riesame ha respinto il ricorso presentato dai legali della donna. Oltre al reato di omicidio, ad Elona Kalesha sono contestati anche l'occultamento ed il vilipendio di cadavere.

Potrebbe interessarti anche: Vaccini anti Covid, Spinelli: 'Nessuna dose deteriorata o inutilizzata'

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 12 gennaio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su