Via alla celebrazione del rito civile al Teatro del Popolo di Castelfiorentino

Per un giorno, il Teatro del Popolo potrà diventare la location indimenticabile per pronunciare il fatidico ''sì'', e anche per poter immortalare la coppia attraverso sequenza di scatti fotografici davvero originali, spaziando tra il palcoscenico, la platea ed i palchetti, questi ultimi a disposizione di familiari, parenti e amici

 CASTELFIORENTINO
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un matrimonio “spettacolare” così come le unioni civili, da celebrarsi all'interno del Teatro del Popolo. E’ questa la nuova proposta che arriva da Castelfiorentino, grazie ad un accordo stipulato tra il Comune e la Fondazione Teatro del Popolo, e che va ad affiancarsi alle altre opportunità già contemplate per poter celebrare il matrimonio e le unioni civili (validi dunque a tutti gli effetti di legge) nelle Ville e nei Castelli.

Per un giorno, il Teatro del Popolo potrà dunque diventare la location indimenticabile per pronunciare il fatidico “sì”, e anche per poter immortalare la coppia attraverso sequenza di scatti fotografici davvero originali, spaziando tra il palcoscenico, la platea ed i palchetti, questi ultimi a disposizione di familiari, parenti e amici. Suggestiva la cornice del sipario storico, che conferirà un’atmosfera particolare alla celebrazione del matrimonio: realizzato nel 1868 dal senese Dario Maffei, raffigura la Pace stipulata a Castelfiorentino a conclusione della battaglia tra Guelfi e Ghibellini, ricordata anche da Dante nella “Divina Commedia”.

“Ho fortemente voluto che si potessero celebrare i matrimoni con rito civile al Teatro del Popolo - osserva il Vicesindaco con delega a Cultura e Turismo, Claudia Centi - e sono pertanto felice di poter offrire questa nuova opportunità a tutte le persone che desiderano usufruire di una location prestigiosa e suggestiva, ricca di storia, fortemente radicata con la cultura del nostro territorio. Il Teatro del Popolo offre molteplici possibilità per consentire ai futuri sposi di avere un ricordo indimenticabile del loro giorno più importante, e di viverlo nel migliore dei modi. E’ nostra intenzione di veicolare al meglio questa nuova proposta, attraverso i canali dei numerosi soggetti che sono impegnati nel wedding, anche per promuovere il Teatro a fini turistici. Sono certa che questa opportunità potrà rappresentare anche un bel biglietto da visita per la nostra Castelfiorentino”.

“Il Teatro è un luogo che accoglie, inclusivo, e quindi perché non fornire anche questa opportunità a chi, per vicinanza, per passione o semplicemente per creare una diversa atmosfera, vuole celebrare al suo interno un matrimonio o una unione civile? - afferma la Presidente della Fondazione Teatro del Popolo M. Cristina Giglioli - il Teatro può, anche in occasioni come queste, trasmettere quella magia che gli è propria, utilizzando le sue peculiarità, i suoi spazi unici, facendosi conoscere ed apprezzare anche da coloro che magari non lo conoscono ancora. Un ulteriore mezzo, quindi, per veicolare la bellezza del luogo ed invogliare a frequentarlo, per fruire delle tante proposte culturali che da questo provengono”.

Le tariffe per poter utilizzare il Teatro ai fini della celebrazione del rito civile sono le seguenti: € 1.000,00 per l’utilizzo del Foyer al piano terra, della platea e del palcoscenico; € 1.200,00 per l’utilizzo del Foyer al piano terra, della platea, del palcoscenico e dei palchi.

Per poter fissare la data di matrimonio con rito civile al Teatro del Popolo è necessario contattare lo Staff del Sindaco del Comune di Castelfiorentino (0571.686316; sindaco@comune.castelfiorentino.fi.it) oppure la Fondazione Teatro del Popolo (0571.633482 da lunedì a venerdì 9-13, più i pomeriggi di martedì e giovedì ore 15-18; info@teatrocastelfiorentino.it).

Potrebbe interessarti anche: Il capolavoro del pavimento del Duomo di Siena sarà visibile dal 26 giugno

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 21 maggio 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su