Ville e fattorie storiche del contado fiorentino: da Castelfiorentino il nuovo format turistico

Escursioni e passeggiate guidate, accoglienza e visita della struttura prescelta con intrattenimento e animazione, degustazione di prodotti dell’azienda selezionata

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Ville e fattorie storiche del contado fiorentino. Un viaggio alla scoperta del cuore della Valdelsa e della Val di Pesa, per ammirare il paesaggio collinare, avventurarsi lungo i sentieri ancora ricchi di testimonianze della civiltà contadina, conoscere le antiche dimore e i metodi di coltivazione delle aziende agricole, assaporare i prodotti della terra. Da Castelfiorentino nasce l’idea una nuova opportunità per quanti desiderano scoprire i territori, le ville e le fattorie storiche disseminate nella campagna toscana.

Un calendario articolato in sei appuntamenti (a scelta, secondo le proprie preferenze, in piena libertà) ma con un unico format: escursioni e passeggiate guidate, accoglienza e visita della struttura prescelta con intrattenimento e animazione, degustazione di prodotti dell’azienda selezionata. Il programma della rassegna, che è finanziato dalla Città Metropolitana di Firenze e interessa i territori di Castelfiorentino, Gambassi Terme, Montaione, Montespertoli, San Casciano in Val di Pesa e Tavarnelle in Val di Pesa, è stato illustrato nei dettagli questa mattina nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi da Sabrina Bartali, presidente dell’Associazione Cetra (promotrice dell’evento), dell'Assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli, Elena Ammirabile. e dai Sindaci e Assessori dei Comuni interessati: erano presenti il Sindaco e il Vicesindaco di Castelfiorentino, Alessio Falorni e Claudia Centi, l'Assessore alla Cultura del Comune di Montespertoli Elena Ammirabile e il Vicesindaco di Gambassi Terme, Sara Rigacci.

Come è stato ricordato dai presenti, l’iniziativa punta a rendere appetibile e pienamente fruibile a turisti e visitatori il patrimonio appartenuto in passato alle famiglie nobiliari, terreni organizzati un tempo sotto il sistema di “fattoria” o vocati in anni più recenti all’agriturismo, ma anche a offrire un’ulteriore possibilità di esplorare il territorio, spaziando tra le escursioni trekking, semplici passeggiate o pedalate in e-bike, accompagnati da una guida ambientale certificata o da uno storico locale, in grado di rappresentare ai partecipanti le peculiarità dei luoghi visitati. La contestualizzazione dei percorsi e del paesaggio circostante è fondamentale in questo progetto, nel quale cultura e turismo convivono per rendere più ricca questa esperienza, che si concluderà presso la dimora individuata, dove è previsto l’intrattenimento (performance teatrale, di giocoleria o magia) e la degustazione dei prodotti.

Il “via” della rassegna sabato 21 luglio, con escursione e visita alla Villa di Cambiano (Castelfiorentino), insieme a Nicola Dainelli di Toscana Hiking Experience (guida ambientale certificata), con un intrattenimento del Teatro C’Art e la degustazione dei prodotti. La Villa di Cambiano, che proprio di recente ha riaperto al pubblico inaugurando una nuova fase di rilancio turistico (fra le idee in cantiere figura la realizzazione di 45 tra camere e suites per il pernottamento), è una delle dimore più prestigiose della Valdelsa: appartenuta in passato alla famiglia Cambi e in seguito ai Pucci, sovrasta l’omonima frazione creando un imponente effetto scenografico.

Sabato 4 agosto secondo itinerario che condurrà alla scoperta dell’azienda agricola Pietralta di Gambassi Terme: prevista in questo caso un’escursione in e-bike (con soste intermedie) insieme alla guida Paolo Gennai, visita all’azienda con intrattenimento e degustazione di prodotti. A settembre, due appuntamenti: sabato 8 settembre la rassegna farà tappa nei territori di San Casciano e Tavarnelle in Val di Pesa con arrivo alla società cooperativa agricola “La Ginestra”; sabato 22 si sposterà invece nel territorio di Montaione per un’escursione fino a Il Sapito (Poderi Tognetti). Sabato 6 ottobre tappa a Montespertoli con escursione fino all’azienda agricola Ripa Verde; conclusione domenica 14 ottobre a Villa Pucci di Granaiolo, in concomitanza con Les Journées Particulières 2018 del gruppo LVMH, di cui fa parte anche la Maison Emilio Pucci.

«Puntiamo molto sulla scoperta del territorio – sottolinea il Sindaco di Castelfiorentino – che presenta un paesaggio e un patrimonio storico di una bellezza straordinaria, grazie all’esistenza di numerose ville che in passato appartenevano alla nobiltà fiorentina o senese e avevano individuato le nostre colline come sede della loro residenza in campagna, e all’assetto curato di alcune coltivazioni, come la vite e l’olivo, tramandate nel corso dei secoli. Questo progetto è il risultato di una stretta collaborazione con l’associazione Cetra, è stato già sperimentato positivamente lo scorso anno e abbiamo pertanto deciso di ampliarlo, grazie anche al contributo della Città Metropolitana di Firenze, che vi ha colto le notevoli potenzialità, sia nell’immediato che nel medio periodo. Le sue ricadute sono infatti positive sia per quanto riguarda il turismo che a livello indiretto, stimolando l’interesse dei visitatori per talune location e aziende affinché possano organizzare eventi o acquistare i loro prodotti».

Il costo delle escursioni (comprensive di intrattenimento e degustazione) è di 12 euro (ad eccezione del tour del 4 agosto in e-bike 20 euro).

Per info e prenotazioni: Associazione Culturale Cetra: 370.1149658; 338.7860926; www.associazionecetra.it; info@associazionecetra.it

Pubblicato il 10 luglio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell’informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento

Torna su