Lamm Lavorazioni Metalliche

Vino Chianti Classico, il 2021 parte con +22% di vendite

In piena pandemia Covid i produttori di vino Chianti Classico Gallo Nero hanno chiuso il primo trimestre 2021 con un +22% di bottiglie vendute

 BARBERINO TAVARNELLE
  • Condividi questo articolo:
  • j

In piena pandemia Covid i produttori di vino Chianti Classico Gallo Nero hanno chiuso il primo trimestre 2021 con un +22% di bottiglie vendute (circa 10 mln) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e una tenuta del prezzo del vino sfuso 'annata 2020' tra 250 e 270 euro a ettolitro: è quanto risulta al consorzio di produzione con sede a Tavarnelle.

E' quanto emerge in particolare dall'incremento delle marcature (fascette) richieste dalle aziende socie per la certificazione del prodotto.

"Questo risultato di inizio 2021 dimostra la forza e l'organizzazione della struttura che riesce a sopperire a un periodo tanto difficile - spiega Carlotta Gori, direttore del consorzio - Peraltro durante il 2020 si era registrata una perdita contenuta a -8 per cento, imputabile soprattutto al lockdown di marzo e aprile. Il risultato del 2021 è forse anche dovuto in parte a un po' di 'rimbalzo' e ora aspettiamo la ripartenza dei canali horeca per consolidarlo ma dobbiamo tener conto che il Chianti Classico è distribuito in oltre 150 paesi nel Mondo e non tutti sono stati colpiti alla stessa maniera dalla pandemia. In molti Paesi i mercati si sono riaperti, specie in Asia (Giappone, Corea e Cina), Nord Europa, America Settentrionale dove gli Stati Uniti sono per noi il mercato di riferimento mondiale e il Canada non si è mai fermato". I mercati esteri assorbono l'80% della produzione e i clienti di Germania e Regno Unito hanno continuato a comprare vino Gallo Nero. "In questo momento le aziende, quelle grandi ma anche quelle di dimensione inferiore stanno tutte imbottigliando - aggiunge - Soffriamo anche noi la domanda sul mercato interno dato che l'Italia è bloccata per il Covid. Invece, temevamo un crollo sul prezzo del vino sfuso ma c'è stata solo una flessione fisiologica nel 2020 che ora stiamo recuperando". 

Fonte Ansa

Potrebbe interessarti anche: Olio, è toscano il miglior extravergine biologico Igp d'Italia

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 7 aprile 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su