Visita dell'ambasciatore cileno a Colle, un'occasione per instaurare nuove collaborazioni

L'incontro non è stato soltanto una visita di cortesia, ma anche un momento di conoscenza per instaurare un rapporto di collaborazione tecnico-scientifica e culturale con alcune Università cilene. Prato, per esempio, già dal 2001 è la base europea della Monash University, l'università australiana con filiali in quattro continenti, grazie alla quale docenti e studenti hanno la possibilità di avvalersi di partnership europee e attingere a un bagaglio di conoscenze condivise su varie tematiche

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

L'invito a partecipare al Palio di Provenzano, oggi a Siena: l'occasione perfetta per fare una tappa anche a Colle di Val d'Elsa e visitare la città. Così ieri l'ambasciatore del Cile in Italia Sergio Romero Pizarro ha approfittato del viaggio in Toscana ed è arrivato nella Città del Cristallo, accolto dal sindaco Alessandro Donati, dal vice sindaco Stefano Nardi e dall'assessore alla Cultura e alla Promozione e sviluppo turistico del territorio Cristiano Bianchi.

L'incontro non è stato soltanto una visita di cortesia, ma anche un'occasione di conoscenza per instaurare un rapporto di collaborazione tecnico-scientifica e culturale con alcune Università cilene. Prato, per esempio, già dal 2001 è la base europea della Monash University, l'università australiana con filiali in quattro continenti, grazie alla quale docenti e studenti hanno la possibilità di avvalersi di partnership europee e attingere a un bagaglio di conoscenze condivise su varie tematiche.

L'idea è nata da Valerio Volpi e Karla Pozo Gallardo, entrambi ricercatori, che hanno suggerito all'Amministrazione quest'opportunità. Alcune settimane fa sono stati a Roma per presentare al console il progetto, che, secondo loro, potrà portare convenzioni, scambi, creare posti di lavoro e attirare finanziamenti.

«L’ambasciatore ha visitato il centro storico di Colle Alta e il Centro di Ricerca CREA, che rappresenta un valore aggiunto fondamentale per l’instaurazione di relazioni e scambi scientifici stabili», si legge in una nota ufficiale. Ad agosto è già previsto un ulteriore incontro anche con il rettore dell'Università degli Studi di Siena e il preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università di San Sebastián, una delle migliori in Cile, per studiare in maniera più approfondita l'iniziativa.

Pubblicato il 2 luglio 2019

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa privacy
  * Acconsento

In relazione al trattamento dei miei dati personali, relativamente alle finalità di Marketing diretto mediante invio di materiale informativo e/o pubblicitario mediante email o newsletter, strumenti di messaggistica o telefono
  Acconsento