Visite guidate gratuite per ''Cronaca del luogo e del tempo ripetuto''

L’installazione fa parte del progetto di arte contemporanea a carattere nazionale realizzato da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, con la partecipazione di Threes Productions. Nel 2021 Radicondoli è l'unico borgo in Toscana a far parte del progetto

 RADICONDOLI
  • Condividi questo articolo:
  • j

Fino al 26 settembre Radicondoli ospita Cronaca del luogo e del tempo ripetuto grazie al progetto Una Boccata d’Arte di cui il Comune è parte, unico borgo in tutta la Toscana. Per questo mese è già possibile prenotare visite guidate gratuite e laboratori condotti da Martina Marolda dell’associazione Culture Attive per i giorni 16-23-24 settembre dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 15 alle 18. Al mattino ci saranno anche le scuole a fare esperienza di quest’opera che proietta Radicondoli sul palcoscenico dell’arte contemporanea internazionale. Domenica 26 settembre si chiuderà con il finissage conclusivo con visite guidate aperte a tutti. Per prenotare è possibile già da ora contattare l’ufficio turistico di Radicondoli al numero 0577790800 o scrivere agli indirizzi turismo@radicondolinet.it o museo.energie@gmail.com.

Cronaca del luogo e del tempo ripetuto è l’opera in situ di Adelita Husni-Bey giovane artista e pedagoga che insegna al Cooper Union di New York e che vanta tra le sue mostre più recenti Maktspill, Bergen Kunsthall, 2020 e Chiron, New Museum, New York, 2019. Tra gli altri importanti lavori nel 2017 ha rappresentato l'Italia alla 57° Biennale di Venezia. L'installazione sonora diffusa nel borgo di Radicondoli si riferisce all’andamento ciclico delle pandemie: tema centrale del lavoro svolto dall’artista, insieme ad OCRA, giovane Orchestra da Camera di Radicondoli. Grazie a un laboratorio di quattro incontri con i giovani musicisti di O.C.R.A. e al coinvolgimento di voci narranti l’artista ha registrato suoni e voci dalla pandemia di ieri e di oggi. Il risultato è un’installazione sonora multicanale presso le Scuderie del Palazzo Comunale e tre vicoli del centro storico. Il titolo è in parte un omaggio a Luciano Berio, compositore sperimentale che visse a Radicondoli. L’orchestra ha suonato immagini, rielaborando, attraverso i propri strumenti, cronache e narrazioni sulla peste che ha colpito la Val d'Elsa negli anni 1630-1633 e sull’esperienza più recente del lockdown. L’azione musicale si avvale delle voci dell’associazione teatrale Rabèl per l’interpretazione di decreti e ordinanze dal carattere giuridico. Queste si intrecciano alle riflessioni dei componenti di O.C.R.A. sulle pandemie e sulla loro capacità di enfatizzare rapporti di potere sociali preesistenti.

L’opera Cronaca del luogo e del tempo ripetuto nasce grazie a Una Boccata d’Arte 2021 progetto di arte contemporanea che coinvolge l’intero territorio nazionalerealizzato da Fondazione Elpis in collaborazione con Galleria Continua, con la partecipazione di Threes Productions. Radicondoli è l’unica realtà in Toscana a far parte della rete di Una Boccata d’Arte nel 2021. Ogni anno vengono selezionati venti borghi in base al numero di abitanti non superiore a 5000, alla presenza di un tessuto culturale attivo e alla capacità artigianale, commerciale e ricettiva a carattere famigliare. I borghi diventano il teatro di venti interventi in situ d’arte contemporanea,realizzati da artisti emergenti e affermati, invitati da Fondazione Elpis e Galleria Continua.

Potrebbe interessarti anche: In via Vallepiatta a Poggibonsi un manifesto dedicato a Giuseppe Conte​

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 8 settembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su