A Gambassi Terme il plastico ferroviario più grande della Toscana

«Ho cominciato nel 2011 per gioco, anzi, per far giocare mio figlio Filippo, da cui il plastico prende il nome. E poi piano piano si sono uniti altri amici, come Alessio ManciniAlessandro CioccaNicola GattarelliDavide PistoleseGiancarlo Biondi. Mai avrei pensato a una cosa del genere. Ci siamo ingranditi sempre di più fino a quando, 3 anni fa, abbiamo deciso di aprirlo al pubblico, perché c’erano sempre più persone curiose di vederlo». Paolo Bartali, classe 1960, certaldese d’origine e gambassino d’adozione, ci racconta com’è nato il suo Plastico Ferroviario San Filippo. Lo ha costruito nel fondo di casa a Badia a Cerreto, a Gambassi Terme, prendendo spunto dalla passione trasmessagli dal babbo. Oggi, con quasi 80 metri quadrati, il plastico è diventato il più grande di tutta la Toscana.

Leggi l'articolo: 

  • Condividi questa gallery:
  • c
  • d
  • j

Altre gallery